Pinerolo – La Maschera di Ferro

Iera sera sono stata a Pinerolo per seguire la rievocazione della rappresentazione della Maschera di Ferro. Non conoscevo la cittadina di Pinerolo. E’ un delizioso "paesone" vicinissimo a Torino. Si respira ancora quell’aria un pò retrò di provincia e soprattutto è ancora a misura d’uomo………. Vi racconto in sintesi la storia:

Associazione La Maschera di Ferro

Intanto i fatti si svolgono all’epoca di Luigi XIV e, si presume che questa figura sia stato un persona talmente importante che, il Sovrano francese non ebbe la forza di farlo decapitare.

Ma dev’essere stata talmente grande la sua colpa che decise di fargli coprire la faccia da un drappo di velluto nero e sopra, come scrive Voltaire, avvitargli una maschera fatta con strisce d’acciaio. Così conciato, lo fece errare da una prigione all’altra del reame.

Nella prigione della Cittadella di Pinerolo (allora sotto il dominio francese) giunse scortato da D’Artagnan e dai suoi moschettieri il 24 agosto 1669. Da qui, nel mese di ottobre del 1681 fu poi trasferito alla fortezza di Exilles, ove rimase sino al 17 aprile del 1687, fu quindi portato per alcuni giorni a Briançon Ancien chateau per poi essere trasferito in un altro maniero Fort Royal che si trova a strapiombo sulla costa meridionale dell’isola di Santa Margherita presso Cannes dove rimase sino al 28 agosto 1698. Infine, fu riportato a Parigi nelle celle della Bastiglia dove rimase fino alla morte che avvenne il 19 novembre del 1703.

Ebbe sempre al suo fianco un “angelo custode” chiamato St. Mars che lo tenne d’occhio tutta la vita e che certamente seppe chi fu veramente questo prigioniero misterioso. Ma non si confidò con nessuno. Mai! Per tutti rimase ed è ancora “l’uomo dalla Maschera di Ferro”.

Alcuni anni dopo la sua morte si scatenò una vera caccia all’identità di quest’uomo. Incominciarono gli scrittori: “Sarà il gemello del re” disse Alessandro Dumas. “Un mistero vivente, ombra, enigma” lo definì Victor Hugo. Per Voltaire invece fu “Un prigioniero sconosciuto, dalla taglia al di sopra dell’ordinario, giovane e dalla figura la più bella e la più nobile. Portava una maschera con delle strisce d’acciaio. I carcerieri avevano l’ordine di ucciderlo se l’avesse tolta.”

l

Vi segnalo il film……….

La maschera di ferro

Titolo originale:  The man in the iron mask
Nazione:  Usa / Gran Bretagna
Anno:  1999
Genere:  Azione / Drammatico
Durata:  128′
Regia:  Randall Wallace
Sito ufficiale:  www.ironmask.com

Cast: 

Leonardo DiCaprio, Jeremy Irons, John Malkovich, Gérard Depardieu, Gabriel Byrne, Anne Parillaud, Judith Godrèche

 

ed ovviamente il libro di Alexandre Dumas "Il romanzo della Maschera di Ferro"

Annunci

9 thoughts on “Pinerolo – La Maschera di Ferro

  1. conosco vagamente la storia, e purtroppo non ho visto ilfilm, spero di non perderlo in un eventuale passaggio televisivo.Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

  2. Ciao Lucina ……buona domenica !! Della " maschera di ferro" conosco solo il film….!!!!Che , al di là dei gusti personali , credo meriti di essere visto ….Anche per vedere un cast di attori di primissimo livello !!!ciao a presto Lele

  3. Ciao Daniele, Vito e Claudia. Grazie per i vostri commenti, che sono sempre graditissimi e mi tengono molta compagnia…….. Buona domenica.

  4. Adoro i libri di Dumas, fin da quando bambina lessi i tre moschjettierie mi innamorai perdutamente di D\’Artagnan ….ho sognato per anni un moschettiere con cappello piumato in sellla ad un destriero neroche venisse a rapirmi … rido ….Il film non mi è piaciuto molto …. anche perche\’ sn allergica a Di Caprio —-un bacione e buona domenica .Elisa

  5. Dev\’essere stato proprio bello parteciparvi! E\’ bello che dopo tanti anni continuino a rievocare questa storia che, personalmente, trovo molto interessante. buona settimana!

  6. Ciao Luciana, una storia crudele ma affascinante….sarà stato molto bella assistere alla rievocazione, io ho visto il film, mi è piasciuto molto.Ti auguro una buona settimana.Un abbraccio.rosy

  7. Sono belle le rievocazioni storiche rigorosamente in costumi dell\’epoca , è una vera e propria arte per chi se ne occupa con tanta cura, per chi vi assiste è come se si varcasse un\’ipotetica STAR-GATE e ci trovassimo proiettati in un\’altra epoca. Sono sempre stata affascinata dalla leggenda della Maschera di Ferro, da appassionata della Trilogia dei Moschettieri di Alessandro Dumas Sr. mi sono appassionata alla vicenda. Nel Visconte di Bragelonne Dumas mette i 4 Moschiettieri in grave difficoltà con la vicenda della Maschera di Ferro ipotizzando che potesse essere il gemello del Re Luigi XIV, decisamente più capace, diplomatico ed illuminato al contrario del suo più illustre fratello. Per chi ha letto il libro il sodalizio dei 4 Moschettieri rischia la rottura per il contrapporsi di chi vuole essere fedele al Re a tutti i costi. Sarà il sacrificio del Visconte di Bragelonne, Raul il figlio illegittimo di Athos, che morirà in ubbidienza al Re, a salvare il quartetto dalla rottura definitiva ed irrimediabile.

  8. mi sono ripromessa mille volte di visitare il piemonte. ci sono stata di passaggio, ma non mi è mai capitata l\’occasione di fare soste più lunghe. dalle foto che mostri deve essere ben curata questa ricostruzione, che bella!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...