Ero una di quelle che leggeva “Ciao 2001”

“Ciao 2001”.

 Un mito, non riesco a pensare a qualche altra rivista che in quegli anni abbia contribuito più di essa a diffondere la conoscenza della musica internazionale in Italia.

Siamo cresciuti con il Ciao 2001 in tutti i sensi, non solo musicalmente.

 Questo numero ce l’avevo……ed anche il poster……che al quei tempi si chiamava manifesto

A 15 -16 anni non si aveva un’enorme libertà, che permettesse di informarsi e di avere una  cultura musicale. Si viveva per strada, perchè i pericoli del tempo erano minori, ma spostarsi da una città all’altra , per un concerto ad esempio, era un problema , perchè eravamo…bambini.

Di quei tempi, mi ricordo un programma alla radio , che si chiamava “Per voi giovani” di Renzo Arbore.

Ma tutte le mie informazioni , i pettegolezzi, le classifiche , le recensioni e le novità, mi arrivavano dal mitico settimanale “Ciao 2001.
L’uscita
settimanale era un evento, e spesso , appena fuori da scuola, correvo all’edicola per accaparrarmelo, essendo più importante del pranzo che mi stava aspettando a casa.
Già la copertina era da ammirare e lasciava intravedere cosa avrei trovato all’interno.
Era da guardare e riguardare.
E all’interno non mancava mai il poster utile per tappezzare la camera.

Lo mangiavo quel giornale…..quanto mi piaceva!!!

Poi, stupidamente, un bel giorno ho gettato nella spazzatura tutti i miei giornali, ormai obsoleti , in un momento scellerato in cui la priorità era crescere, accantonando ciò che aveva accompagnato l’adolescenza. Mi sono restate, ancora per un po’ di tempo, le pagine ritagliate ed appiccicate in camera con i poster.

In rete e nei mercatini forse si trovano ancora i “Ciao 2001”, e non e’ escluso che non ne acquisterò qualcuno, ma i miei originali avrebbero adesso un valore affettivo enorme.

 

Che nostalgia…avevo 15 -18 anni.

All’epoca si scrivevano le cartoline……

 

 

 e si compravano i gettoni telefonici.

 

 

La vita era molto più semplice, non vi erano password, PIN, bancomat.. I pensieri ed i sogni ci contagiavano a vicenda e nulla era anonimo oppure on-line….


Un abbraccio agli odierni cinquantenni…ciao e…2001 abbracci.

 

 

P.S. Alcune informazioni tecniche tratte da Wikipedia:

Il primo numero è datato 22 marzo 1968

La periodicità era settimanale.

Il direttore "storico" della rivista fu Saverio Rotondi, in carica dal 1970 al 1983, anno della sua prematura scomparsa.

La rivista continuò le pubblicazioni sino agli anni ’90; dopo alcuni anni di inattività vi fu una ripresa per dieci numeri, pubblicati come mensili nel periodo gennaio-dicembre 1999. In totale vennero pubblicati 1212 numeri.

 

Annunci

14 thoughts on “Ero una di quelle che leggeva “Ciao 2001”

  1. Ciao, cara amica. I ricordi destano sempre la nostalgia di un tempo felice quando la vita era enormemente più semplice e più "umana"!Con stima ed amicizia. Un abbraccio.

  2. Ciao, quanti ricordi, davvero bei tempi, più semplicità matanta intesa fra di noi.Ci si divertiva con poco e forse per questo i sogni sembravanopiù colorati. Grazie per questo bel tuffo nei ricordi, un abbraccio daun \’altro cinquantenne (52), e una augurio per una buona serata, conamicizia, Vito

  3. La vita va avanti, i ricordi rimangono nei nostri cuori,quando ci fermiamo a pensare,come un flash torniamo indietro nel tempo scende sempre una lacrima o un sorrisino nostalgico.Grazie dei tuoi commenti Luciana.Un grande abbraccio Giovanna

  4. che dire luciana? ho ancora quel numero di ciao e avevo nella mia stanza il manifesto di c.s.n.&y. – anzi, su di loro feci un compito in classe, pensa tu!ascoltavo quasi di notte, pop off con carlo massarini. quanta musica è passata e passa nelle mie orecchie!:-Daccolgo il tuo abbraccio da cinquantenne a cinquantenne:-))))))) ( splendide, naturalmente! )

  5. Cari Vito e Osv, avete ragione. A quei tempi ci divertivamo veramente con poco e, forse, eravamo più felici di ora……….Giovanna……grazie a te per i commenti. Mi tenete tutti un sacco di compagnia ed è bellissimo la sera andare a vedere chi è passato a salutarti…….Un abbraccioVirginia….sei la più saggia splendida 50enne che conosco. Al contrario di me, non hai buttato le copie del giornale. Speriamo di ritrovarne qualcuna…… Ho ordinato dal libraio (mio spacciatore di fiducia) i due libri di Lorenz che mi hai consigliato. Ti saprò dire……..Notte.

  6. Grazie Luciana ….ma sai che avevo proprio rimosso questa rivista ……..Ma ora che me l\’hai fatta ricordare , anch\’io l\’acquistavo negli anni 70……e come mi piaceva …….Non sono ancora cinquantenne per un bricciolo …….Ma comunque un abbraccio a tutte le persone che si emozionano di questi bei ricordi grazie lele

  7. Avevo 14 anni quando leggevo "Ciao 2001" e lo nascondevo sotto il materasso perchè ero in collegio e le suore nn ci permettevono di leggerlo….. Sai avevo un piccolo quaderno e ci attaccavo le foto che ritagliavo dal giornale… dove esprimevo i miei apprezzamenti…. con scritte tutte colorate… Allora ci bastava poco per divertirci… piccole cose, semplici ma, che ci faceva stare bene…. Quante cartoline scrivevo…. e poi agli amici per scherzare mettevo sempre un francobollo sbagliato e ci scrivevo: Paghi la multa e taci…. Sembra così lontano quel periodo dal mondo in cui viviamo adesso, dove si è perso la voglia di scrivere lettere, pensieri che esprimevono le ns emozioni e il piacere anche di riceverle….Quante cose mi hai fatto venire in mente, forse per questo il commento è un po\’ confuso….. sono ricordi che ti e mi faranno sempre compagnia…Grazie Luciana!!Con amicizia Francesca

  8. Quante sono in effetti, le cose ke sono sparite e ke restano però come icone di 1 bel tempo ke fu, ma ke con grande rammarico, mai + torneranno !!!1 x tutte : "Carosello", magari di qualke anno antecedente a quelle da te nominate, ma pur sempre 1 vero e proprio pilastro della passata gioventù delle generazioni di adulti attuali !!!Quanta nostalgia… persino delle cabine telefonike, 1 tempo super-affollate ed ora dimenticate, x far posto ai cellulari, ke allora manco ce li sognavamo !!!E vedevamo gli anni 2000, solo come ambientazione fantascientifica, ma mai e poi mai, ci saremmo sognati Internet o il digitale-terrestre, piuttosto gli extra-terrestri, quelli sì !!!

  9. Bella! (Purtroppo per quasi tutti i qui presenti) io non ero ancora nata quando era in voga questa rivista però (purtroppo per me) mi avrebbe fatto piacere leggerla di tanto in tanto! Sicuramente erano altri tempi e oggigiorno le persone si informano più con altri mezzi come internet o la tivù anche se, a mio parere, il fascino della carta stampata non tramonterà mai! Brava!

  10. Non ancora cinquantenne ….. ma ciao 2001 era un appuntamento imperdibile in edicola ….sorrido … tuffo nel passato ….bello ….un abbraccio a te e a tutti coloro che hanno la musica nel cuore …elisa

  11. Ma brava Luciana! Ricordo che quando avevo 15 anni mandai una letterina con un annuncio.Cercasi amiche/i per scambio cartoline di città, paesaggi….Ne ricevetti a valanghe. Il postino di allora ricordo che per circa un mese venne a casa mia con una busta piena di posta tutta per me!E\’ stato il delirio. ricordo che con alcune amiche (tra cui naturalmente Lunarossa) ci dividemmo i contatti. Alcuni ragazzi e ragazze poi li conobbi e mantenni una corrispondenza per anni. C\’era tra di loro una ragazza di nome Francesca che studiava lingue orientali e mi mandava delle cartoline fantastiche della Campania scrivendomi un sacco di informazioni sui paesi. Ne metteva 3/4 dentro una busta e tutte le settimane mi mandava una letterina ….che bei ricordi.Ho provato a scriverle l\’anno scorso al vecchio indirizzo…ma purtroppo non ha rispoto…ora magari potrei provare con FB…chissà!Buona serata!

  12. Ma Luciana ma dove Ti vengono tutti questi spunti sei veramente eccezionale!! Anch\’io leggevo Ciao 2001, era un ponte sull\’informazione delle tendenze musicali contemporanee. Anche a me succedeva che il giorno di uscita del giornale diventasse un avvenimento, mio padre storceva il muso quando mi vedeva leggerlo perchè Lui è rimasto sempre inchidato ai suoi gusti musicali che dovevano essere sempre quelli e basta. Non so se Ciao 2001 mi ha forgiato ad aprirmi anche oggi alle nuove tendenze, ma oggi, io ultracinquantenne ,non mi vergogno a confessare che ascolto,con interesse e piacere, i Massive Attack, i Depeche Mode, i Muse che non sono proprio semplici e popolari. Concludendo questo mio commento brava Luciana non finisci ma di stupirmi per gli spunti e ascoltiamo la buona musica internazionale che fa bene.

  13. chi non haletto Ciao 2001?allora era veramente imperdibilemi ha fatto tenerezza vedere il gettone telefonicoho ripensato alle telefonate fatte nelle cabineai telefoni pubblicisì un po\’ di nostalgiasì credo che fossimo diversiprofondamente diversi da qyuelli che oggi hanno quell\’etànoi eravamo pieni di sognidi speranzeloro sono spesso già arresi e non è belloUn sorrisoClaudia

  14. Sono leggermente più giovane, e quindi Ciao 2001 lo ricordo poco. Ho in mente più perfettamente un numero del 1984, in cui sulla copertina si annunciava la riunione dei Deep Purple, e l\’imminente uscita del loro album Perfect Strangers. Per me, appassionato di hard rock e heavy metal, era un evento mirabolante, e credo comprai quel numero almeno per possedere il mini poster centrale con la foto della band. Comunque questo post dal piacevole sapore nostalgico l\’ho letto proprio volentieri, e deduco ancora una volta, di come la nostalgia ad una certa età faccia facile breccia nel cuore e nella mente. Rimembrare piccoli e per l\’epoca quotidiani frammenti di vita, o recuperare dal passato oggetti ed elementi tipicizzanti un momento mai più ripetibile, è qualcosa che amabilmente carezza il nostro interiore, cullandoci dolcemente nel mito del perduto e del passato. Un abbraccio da un quarantenne!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...