Fiori delicati?????????

 

Lunedì ho letto un articolo di Repubblica………

All’epoca, nel 2001, la notizia mi colpì veramente molto e mi spiace ma non riesco proprio a provare pena e compassione per questi due ragazzi. Una tragedia, due delitti efferati, che pochi anni fa, scossero fortemente l’opinione pubblica.

Quando ho letto che uno è uscito dal carcere e l’altra lo seguirà presto, ho sentito un moto di ribellione e il mio pensiero è andato a quel bimbo e a quella mamma colpiti con tanta ferocia.

97 coltellate non sono il sintomo di un presunto disagio giovanile,  ma sono una vera e propria malattia mentale. (Questo è anche il parere concorde di molti pschiatri che hanno seguito il caso).

Ci vuole un gran coraggio a ridare la libertà ad un essere, protagonista insieme alla sua fidanzata, di un simile crimine.

Queste due persone sono malate di mente ed una mente malata (la storia del crimine insegna), se si ritrova in situazioni simili, è molto probabile che ricada in una violenza così efferata, a maggior ragione per un delitto come questo che a quanto pare non è stato un raptus, ma un progetto delittuoso messo in pratica con cinismo, freddezza e violenza inaudita.

Ora, come fa notare Pirani nell’articolo, affermare che questi due ragazzi sono fiori delicati sopravvissuti ad uno tsunami (parole espresse da Luigi Cancrini), e parlare di giustizialismo feroce per chi chiede l’ergastolo, mi sembra ………..eccessivo.

Non so se sono disposta a perdonare, comunque non così in fretta, non adesso.

Posso anche non essere d’accordo con il carcere duro ed eccessivo. Ma che siano curati  in una struttura adeguata  senza essere rimessi in libertà, mi sembra un atto dovuto alle vittime……

Ma come si fa a non avere il minimo dubbio che siamo di fronte a menti profondamente malate e pericolose????? Oppure si vuole sperimentare per l’ennesima volta i labili meccanismi della mente umana ?????

Annunci

20 thoughts on “Fiori delicati?????????

  1. Il perdono cristiano è una cosa…La giustizia umana è un\’altra.Se loro sono sinceramente pentiti…"BEN VENGA"…Ma dopo il carcere proporrei..SERVIZI SOCIALI obbligatori A VITA.Buon pomeriggio da Carlo.

  2. sai leggendoti mi sono trovata allo tuo stato dell\’anima cara amicanon so che dire di piu…….questa umanita mi pare sparita gli ultimi anni per non dire mai sentitae sai non sono pessimista almeno lo provo vivendo e leggendo questi situazioniti abbraccio cara

  3. Sono perfettamente d\’accordo con te e credo che l\’analisi del prof. Luigi Cancrini, esimio psichiatra, sia solamente deformazione professionale. Chi vive a contatto con la malattia mentale difficilmente riesce ad analizzare con distacco e realismo una condizione delittuosa a 9 anni di distanza e, dimenticando i morti innocenti vittime di tanta violenza, è sempre disponibile, non a perdonare perchè non gli compete, ma a giustificare come devianza motivata qualsiasi atto, anche il più crudele, commesso da parte di due minori.Personalmente, credo, semmai, che i due allora minori, in questi anni abbiano sedimentato un odio tra di loro e verso tutta la società che li ha scoperti e condannati che potrebbero in situazioni particolari rispondere a qualsiasi presunto torto con la stessa violenza con la quale hanno agito nove anni fa.La psichiatria non è una scienza esatta al pari della psicologia e bisognerebbe essere più prudenti. La storia criminale ci insegna che si può essere tranquilli per decine di anni ma la violenza può esplodere improvvisamente perchè insondabili sono i meccanismi del cervello umano e delle sue manifestazioni.Ciao. Buon pomeriggio.

  4. sinceramente in questi casi io butterei la chiave,così non escono più …avrei un\’altra domanda da fare, ma il padre …come fa a vivere nella casa degli orrori????,io sarei scappata a gambe levate , per quanto riguarda i ragazzi beh sarò cinica ma non credo al pentimento ciao

  5. il fatto sai qual e luciana che in italai facciamo ridere….basta vedere gli ultimi 2 casi…renato balanzasca nn so quanti ergastoli e 260 anni di pena da scontare esce e va a lavorareai due ragazzi rom che hanno ammazzato quel ragazzo 23enne manco 10 anni di carcere tanto per dirne 2 ma di casi ce ne sono tanti…..i sono contro l apena di morte l ammetto nn sarebbe giusto evare l avita visto che a questo mondo nn siamo niente e tantomeno possiamo fare cio che solo Dio deve fare…ma se andassero a spaccare le pietre con martelli e picconi mi piacerebbe di piu ….e invece ?? stanno li in una cella con tutti i confort che mangiano e bevono alla faccia nostra ma per piacere……ma faciteme o piacer veramente!!!!buona giornata luciana mi fermo qua perche certe cose mi fanno vermente inkavolare

  6. Mi dispiace, sò che il mio pensiero è duro e andrà contro molti, ma ritengo che certi gesti siano il risultato di menti malate e che un recupero non sia possibile. Non credo nel pentimento che penso venga proclamato solo per ottenere indulgenza……chi è capace di commettere un crimine del genere, premeditandolo, per me non è un\’essere umano. Ciao Luciana, un caro saluto e un forte abbraccio come stai?………io ci sono quando vuoi ricordalo sempre.

  7. Carissima Luciana, naturalmente sono d\’accordo con te al 100%. Qualsiasi persona dotata di un\’intelligenza normale capirebbe che lasciare in libertà due persone così equivale a rischiare che l\’episodio si ripeta di nuovo, con uguale efferatezza. Se la cosa dipendesse da me, obbligherei lo psicologo (SIC!!!) che definisce i due assassini "fiori delicati" a convivere forzatamente per almeno un mese con i familiari della mamma e del bambino, perchè si renda conto di cosa voglia dire, per chi è stato colpito da una tale tragedia, dover passare il resto della vita a dover sopportare un dolore così. Mi sembra inoltre assurdo che questo psicologo possa continuare ad esercitare tranquillamente la sua professione, dopo aver fatto un\’affermazione del genere… Sappiamo benissimo che ci sono sempre dei motivi forti che possono spingere una persona a perpetuare un crimine; ma per questo psicologo la vita della mamma e del bambino non valgono assolutamente nulla?? Se il dupòlice delitto è stato premeditato, i due assassini sapevano esattamente quello che stavano facendo. Ma allora, sempre secondo questo psicologo, noi esseri umani saremmo solo dei burattini governati dai nostri moti e impulsi interiori?? Lo sa che esiste anche la volontà umana, che in ultima analisi dovrebbe essere quella che decide del nostro agire e delle nostre azioni?? Inoltre, dove si pone il confine fra la cattiva volontà dell\’individuo e una presunta malattia mentale? Mettendo in libertà queste due persone si lancia un messaggio tristemente chiaro: "Se uccidete perchè vittime di impulsi abbastanza forti, allora non siete colpevoli". …Anche se hanno ucciso una madre col suo bambino dopo avere premeditato il tutto e quindi dopo averlo FORTEMENTE VOLUTO?? Ragazzi, mettiamoci in salvo… Se le cose nel nostro Paese vanno avanti seguendo questo (e altri) precedenti, fra un pò dovremmo uscire tutti con la pistola anche per andare a fare la spesa. Se nei tribunali si prendono decisioni tali da mettere a repentaglio la sicurezza dei propri cittadini (perchè proprio di questo si tratta), allora è meglio che impariamo a difenderci da soli. Scusate lo sfogo, ma sono molto indignata. Grazie cara Luciana, un bacione…

  8. § PANDA: Cancrini è uno psichiatra e non uno psicologo. Tu sai perchè faccio questa precisazione se hai letto il mio commento.§ ARIEL: Le leggi, sia quando corrispondono alle nostre aspettative e sia quando, invece, non ci soddisfano le fa, le approva, il Parlamento. I giudici si limitano ad applicarle anche quando non le condividono. Ciò vale sia per il ragazzo e la ragazza che hanno goduto di uno sconto di pena e sia per Vallanzasca. Il problema è che il nostro Parlamento, sulla spinta delle maggioranze del momento, rincorre i fatti e, di volta in volta, aggiusta a modo suo le leggi esistenti, incominciando da quelle che interessano personalmente chi governa e gli amici degli amici. Ad esempio è lecito aver derubricato il falso in bilancio perchè interessa un signore brianzolo la cui unica attività è sfuggire ai giudici che lo vogliono processare per reati commessi prima di acquisire l\’immunità parlamentare?Abbiamo visto anche come per l\’ex senatore Di Girolamo un anno fa il Parlamento ha respinto la richiesta della magistratura di poterlo arrestare e solo adesso, comunque, accogliendo le dimissioni, invece di votare la decadenza e, quindi, l\’autorizzazione all\’arresto gli ha garantito alcuni privilegi che, in caso contrario, non avrebbe avuto. Quindi dovremmo preoccuparci più spesso di chiederci se veramente la legge è equa e, soprattutto, se è uguale per tutti. A mio parere, naturalmente.

  9. La mente umana è un mistero ne psicologi ne psichatri possono spiegarla in pieno. Un simile delitto rimane e rimarraà un nistero per i pù e un dolore inestinguibile per chi lo ha subito. Sinceramente non so so e non mi arrogo il diritto di giudicare qualsiasi decisione presa verso i due "malati". di certo da persona che ha dei sentimenti non mi soddisfa ne posso giustificare simili decisioni. Le persone, per quanto possibie, vanno curate senza dimenticare o mettere da parte ciò che hanno commesso. Non sono daccordo con la pena di morte ma di certo il privare della libertà e di alcuni privilegi, in cambio di una vita strappata, mi sembra un buon compromesso nonchè un senso di giustizia, anche se magro, per chi resta.cordialità.

  10. Forse il mio è un pensiero forte, ma trovo questo, come un invito a delinquere,tanto, mal che vada……. un po di pentimento, vero o falso che sia, un po dibuona condotta e dopo un po si esce, e intanto chi ha visto la morte, ricevendouna sequenza di coltellate, è li sottoterra….Con amicizia, Vito

  11. Ri-ciao a tutti!@Osv: sì, dopo aver postato il commento mi sono accorta di avere scritto che quel signore è uno psicologo, mentre in realtà è uno psichiatra. Ma secondo me questo non cambia nulla: un serio professionista infatti dovrebbe essere al riparo da qualsiasi deformazione professionale, soprattutto se quest\’ultima porta, appunto, a "deformare" l\’equilibrio delle cose e a dare una visione alrettanto deformata della realtà oggettiva.Grazie comunque Osv della precisazione; mi piacerebbe parlarne ancora!@Vito: il tuo sarà anche un pensiero forte caro Vito, ma molte volte pensando "forte" ci si azzecca in pieno… 🙂 Un caro abbraccio a tutti…

  12. Di fronte a decisioni così assolutamente non condivisibili dal cittadino onesto e rispettoso della legge e dell\’ordine e soprattutto della vita del tuo prossimo mi trovo impotente, anzi mi sento impotente, confusa come se non avessi capito niente fino adesso. Qualcuno, che ne sarà sicuramente più di me, mi deve convincere che il perdono paga di più della punizione, della condanna della società. Ma il perdono, mi sbaglio forse, non é una prerogativa di Dio? Affidare gli omicida forse ai servizi sociali, per tutta la vita, forse può essere una soluzione, forse potrebbe, se ce n\’è ancora margine, un po\’ migliorarli. Ma credetemi sono tanto schettica su tutto, sono profondamente e assolutamente giustizialista, il carcere per tutta la vita, così ripensi, ogni giorno, a quello che hai commesso. Nessuna pietà così come hanno fatto loro quando hanno massacrato i loro cari congiunti.

  13. Hai perfettamente ragione. Purtroppo la legge fa quel che vuole e il fatto che siano minorenni fa si che sia condiferato un crimine di minor conto… Secondo me persone del genere non cambieranno mai.. 97 coltellate non sono un atto istintivo dettato da un impulso improvviso e incontrollabile! E\’ un atto atroce e premeditato! Anche solo 10 coltellate avrebbero ucciso ma 97….. sono solo una barbaria! Condivido la tua idea…

  14. ….come sempre ci si dimentica di chi è morto !!Questo non vul dire che sia necessaria una giustia "capestro ".Sarebbe sufficiente la certezza della pena .Hai sbagliato . paghi !!Invece , indulti , psicologi , preti e via cantando a dire "poverini "E i morti ?? Quelli non sono poverini ??LELE

  15. sono d\’accordo con tenon è possibile pensare di lasciare in libertà certe personesono malati? sì probabilmente sì ma allora curiamoli e non mandiamoli soli in un mondo che non può e non sa giustamenteperdonare certe coseun sorrisoClaudia

  16. Ma che buoni questi Muffins! Posso garantire (perchè li ho testati personalmente) che non sono solo belli ma anche buonissimi!

  17. Io sinceramente, speravo ke non uscissero + di galera, così come penso ke meritassero e saperne 1 già fuori in semi-libertà e l\’altra ke le manca poco, trovo ke sia 1 skiaffo alla giustizia e pure alle Loro povere vittime… mah !!!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...