Mele e sapori

 

Come molti di voi sanno, questi per me sono giorni molto difficili. Purtroppo, il mio papà è in ospedale ed io non posso fare nulla per aiutarlo, se non andare tutti i giorni a tenergli un po’ di compagnia………E’ una pena infinita, anche per l’impotenza che si viene a creare in queste situazioni. Ed anche negli altri momenti della giornata o la notte…….il pensiero è sempre fisso……lì con lui.

Però, anche se con mille difficoltà, la vita deve continuare….

Ed allora voglio proporvi un libro che mi sono portata spesso anche in ospedale e mi ha aiutato a distogliere ogni tanto il pensiero……..

A me è piaciuto molto e ve lo propongo.

Splendida la descrizione di ambienti ed odori… meravigliosamente malinconico e nostalgico!!!
 

Bootshaven, lontano nord della Germania. L’odore di mele è intenso e pungente e avvolge la vecchia casa e il giardino. Basta quel profumo e Iris, bibliotecaria di Friburgo, di colpo torna bambina. Sono passati anni, ma tutto è rimasto come allora: la casa avvolta dal fitto fogliame, i ribes bianchi, i tappeti di non-ti-scordar-di-me sepolti dalle erbacce. Un giardino quasi incantato, dominato dal vecchio albero di melo, sotto i cui rami le donne della famiglia Lünschen hanno trovato l’amore, l’amicizia, ma anche la morte. Come Rosmarie, l’amata cugina di Iris, morta ad appena quindici anni. Una fine misteriosa, cui nessuno ha mai saputo dare una spiegazione. Ma adesso è venuto il momento di occuparsi della casa. Per farlo deve imparare a conoscere veramente le donne della sua famiglia e i segreti che custodiscono. Come Inga, venuta al mondo mentre il melo era colpito da un fulmine, che trasmette scosse elettriche ogni volta che tocca qualcuno; o Harriet, convinta che i torsoli di mela sappiano di marzapane; o Mira, l’amica di giochi di Rosmarie, che ora ha assunto in tutto e per tutto le sembianze della cugina. Stanza dopo stanza, le domande si rincorrono l’una dopo l’altra: che cosa aveva fatto veramente il nonno di Iris prima di andare in guerra? Che cosa voleva dire Rosmarie a Iris quella notte lontana, prima di arrampicarsi sul tetto del giardino d’inverno? Che rapporto c’era tra Mira e Rosmarie? C’è solo un modo per dimenticare. Ed è ricordare……….

A proposito di mele, voglio proporvi una ricetta semplicissima , ma buonissima di una torta alle mele…

CROSTATA DI MELE SEMPLICISSIMA CON COMPOSTA


Ingredienti:

– pasta frolla acquistata in rotolo  

Per la composta di mele

4-5 mele piccolo/medie
50 g di zucchero
½ limone

Appena sbucciate le mele, strofinarle con mezzo limone, tagliarle a dadini (peso netto circa 550 g per la crostata di 20 cm). Metterle a stufare con lo zucchero in una pentola dal fondo pesante. In circa 20 minuti sono fatte, devono essere morbidissime, ma non proprio ridotte in pure’. Alla fine scoperchiare e alzare la fiamma, far leggeremente caramellare, in ogni caso deve essere asciutto. Stendere su un piatto in modo da far raffreddare velocemente.

Per la decorazione
2 mele medie
½ limone
poca gelatina di albicocche (o marmellata)
poco burro fuso
zucchero di canna (facoltativo)

Versare la composta di mele nel guscio di pastafrolla. Sbucciare le mele per la decorazione e strofinarle con il limone. Io le taglio a metà’, le scavo con l’attrezzino per fare le palline di melone e le taglio in quarti. Le affetto con la mandolina. Se non l’avete, dovete avere un po’ di pazienza e affettarle tutte uguali, molto fini.

Preriscaldare il forno a 220°

Adagiare le fettine di mela sulla composta, bisogna metterle molto serrate, perche’ le mele in cottura di “restringono” e’ importante che non si veda assolutamente la composta. Spennellare di burro fuso le mele e mettere in forno, sul ripiano piu’ basso (e’ importante per cuocere bene il fondo). Dopo 10 minuti abbassare a 170° e continuare per circa mezz’oretta .Alla fine, spolvero con poco zucchero di canna e burro e accendo il ventilato.

Ed ecco il risultato………..

Per gustare il sapore ed annusare il profumo…….dovrete provare a farla!

Un abbraccio a tutti.

 

Annunci

17 thoughts on “Mele e sapori

  1. che buona dev\’essere….le tue ricette sono sempre buonissime. Bello anche il libro, ti ringrazio per tutti i tuoi suggerimenti. Luciana un caro saluto amica mia, ti sono vicina e ti capisco molto bene, lo sai, un forte abbraccio e ricordati che io ci sono sempre, un bacio.

  2. ciao, mi dispiace tantissimo per il tuo papà, quando un genitore sta male,e specialmente se si ha la consapevolezza di non poter essere più di tanti,d\’aiuto, si sta davvero male.Il dolce pare davvero invitante, una fettina la mangerei molto volentieri.Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

  3. grazie cara sei molto dolce come la tua torta mi dispiace per il tuo papà, anch\’io sono in una brutta situazione e capisco cosa vuol dire soffrire senza poter fare nulla .Ho letto la trama del libro che stai leggendo deve essere molto bella grazie per avercelo segnalato quando andrò a scegliere saprò cosa acquistare Ti lascio un forte abbraccio e un in bocca al lupo, per tuo padre ciao

  4. Ciao, Luciana. Non sapevo che tiuo papà fosse in ospedale. Me ne dispiace molto. L\’ospedale è e resta sempre il luogo del dolore impotente!A propositi di libri se hai un minuto di tempo per entrare nel mio blog, l\’ultimo post tratta proprio di un libro appena pubblicato da un\’altra amica, un libro che conosco dalla sua prima stesura da quando Annamaria non pensava proprio di pubblicarlo. E\’ veramente molto bello con degli intrecci di situazioni che continuano a cambiare e, poi, ci sono delle descrizioni stupende! Dal mio stesso post puoi cliccare sul primo link sia per avere altre notizie sull\’autrice che sul romanzo e sia direttamente ordinarlo alla casa editrice.Formulo per tuo papa tutti gli auguri possibili. A te il coraggio e la forza di affrontare questa dolorosa situazione ed un po\’ di serenità.Un abbraccio.

  5. Mhhhhhh che meraviglia ..la torta di mele è una delle mie preferite ….ma resisto alla tentazione …. in questi giorni ho perso diversi chili ….e mantengo la silhouette … rido …..Mi dispiace tantissimo per il tuo papà ,,,, sn sicura che la tua vicinanza e il tuo amore lo faranno sentire meglio ….un grandissimo abbraccio … e tienimi informata …..elisa

  6. mi piace molto la torta di mele e ogni tanto la faccio e me la mangio tutta io perchè piace solo a me…:-)mi spiace per tuo papà, e so cosa vuol dire questo senso d\’impotenza. Sono momenti tristi e duri. Ti auguro che tuo papà si possa riprendere al più prestoun grosso bacioe facci sapere

  7. SPERO CHE TUO PAPPA SENTIRA MEGLIO.NON SAPEVO NEMMENO IO CHE ERA AL OSPEDALE E MI SPIACE TANTO LEGGENDO ORA QUESTO PERL LUI I PIU SINCERI AUGURI E PER TE SOLO UNA PAROLA ,CORAGGIO..CAPISCO PERFETTAMENTE COSA STAI PASSANDOE TI RINGRAZIO ANCHE PERCHE OGNI TANTO CI REGALI FANTASTICHE RICETTE ,E TI PROMETTO CHE APPENA TROVERO IL TEMPO LO PREPARO BACI DOLCI PER TE

  8. Cara Luciana, mi dispiace molto per il tuo papà… ti auguro di tutto cuore che stia di nuovo meglio il più presto possibile! Comunque sono sicura che la tua presenza gli è di grande conforto, e che tu gli stai donando molta gioia! Un grande abbraccio a tutti e due!

  9. ciao Luciana..mi dispiace tanto per tuo padre, vi faccio i miei migliori auguri…e grazie delle splendide recensioni che sempre ci regali…..serena serata con affetto Mi

  10. auguri per tuo padre…mi dispiace moltissimo…spero vada tutto al meglio e ti sn vicina x come posso!!!grazie del consiglio..un abbraccio forte forte.notte

  11. Ciao Luciana mi sei mancata,mi dispiace tanto per tuo padre,ti sono vicina,coraggio.Un abbraccio fortissimo baci da Stella

  12. preso nota del libro…la tua torta ha un aspetto splendido ma…non mi pice la torta di meleper questa volta rinuncio a copiare la ricetta…i nostri genitori…sono sempre il nostro rifugioanche quando siamo adulti e quando si ammalano…ci prende il panicoti auguro di cuore che il tuo papà possa ristabilirsi in fretta e che tu possa tornare a sorrideremi lle auguriun abbraccioClaudia

  13. Cara amica,ti sono molto vicina col pensiero e col sentimento, essendo Io già passata x la tua medesima, straziante experienza, avendo vegliato prima mio padre e poi anke mia madre, durante i Loro rispettivi periodi di malattia, prima del Loro definitivo addio alla vita ed anke se son già trascorsi diversi anni, x me è sempre come fosse stato ieri… ti capisco e vorrei ke non ti facessi skiacciare pure Tu, da quella stessa, terribile sensazione d\’impotenza, ke ank\’Io purtroppo ben conosco già e ke soffoca internamente !!!Faccio a te ed ai tuoi cari, i migliori auguri di miglioramento e fai bene a dedicarti alla cucina, ke distrae e consola anke 1 pò… inoltre questa torta è talmente perfetta, ke mette l\’acquolina in bocca solo a guardarla, complimenti !!!

  14. Cara Luciana,oggi avrò un privilegio unico, tra non molto ci incontreremo e cercheremo di passare,gradevolmente, un pomeriggio insieme. Spero di riuscire a darti la serenità di cui, in questo momento, hai tanto bisogno. Per il momento grazie della segnalazione del romanzo e della ricetta della torta. Hai mai pensato ,nel tuo bolg, di creare una rubrica ed intitolarla o "Dolci letture" o "Leggendo con dolcezza" perchè a quasi tutte le tue segnalazioni di romanzi segue un ricetta, quasi sempre di dolci. Quindi a prestissimo.

  15. Ciao!Questo periodo è difficile ma so che prima o poi finiranno le cose brutte e la vita riprenderà a dari soddisfazioni. Sono contenta che cerchi di svagarti un po\’: chiudersi in se stessi e pensare sempre alle cose che non vanno non aiuta ne te ne aiuta soprattutto a migliorare la situazione.. Buon divertimento per il giretto in centro di oggi pomeriggio e grazie per la ricetta! baci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...