La Pissaladiere

 

La Costa Azzurra (Côte d’Azur) è il tratto orientale della costa mediterranea francese, compresa tra Hyeres e Menton.

La Côte d’Azur è ricca di angoli segreti tutti da scoprire, offre ottime

spiagge, molte delle quali libere ma pulitissime, isole – nella zona di Cannes

e calette un po’ ovunque.

Oggi, però, voglio parlarvi di uno dei piatti tipici di quella zona, in particolare di Nizza:

la Pissaladiere

Pare che nell’antichità fosse molto usata nelle cucine delle Abbazie e dei monasteri.

Per la sottoscritta l’idea di carpire i segreti “in cucina” di monaci benedettini e suore clarisse ha un che di poetico, che nemmeno potete immaginare. Ho divorato negli anni tutti i romanzi a tema… Da “Il nome della rosa”  di Umberto Eco ai “Pilastri della terra” di Follett……….

eccola:

 

 

ed eccovi la ricetta

 

 

Ingredienti:

pasta
farina bianca 0 grammi 500 (io ho utilizzato 2/3 normale e 1/3 farina di kamut)
acqua 260 ml circa
lievito di birra 1 cubetto

olio e.v.di oliva 4 cucchiai (io ho usato olio di soia)
sale q.b.

 

condimento
3 o 4 cipolle bianche

alcune acciughe dissalate o pasta d’acciughe
capperi sotto sale grammi 30
olive nere grammi 100 tagliuzzate
timo
olio e.v.di oliva q.b.
sale q.b.

 

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida… io ho utilizzato l’impastatrice mettendo farina,l’acqua con il lievito ed impastando per 20 minuti.. ho messo pochissimo sale nella farina, avendo la Pissaladiere già il ripieno molto saporito. Lasciate lievitare per 2 ore, coperto in un luogo lontano da correnti d’aria.
Nel frattempo pelate e affettate le cipolle , e cuocetele in una padella molto capiente con dell’olio di oliva, il timo, un pizzico di sale e pepe. Cuocete a lungo, senza coperchio, fino a quando le cipolle non si disfano. A fine cottura aggiungete le acciughe dissalate ed i capperi. Mescolate bene e tenete da parte.
Riprendete la pasta, stendetela sul piano di lavoro con un mattarello, fino a raggiungere lo spessore di 1 cm.. Abbiate cura di stenderla in modo che si possa ripiegare il bordo sulla parte superiore della pizza. Adagiatela nella teglia unta in precedenza, riempitela con il composto di cipolle e acciughe e le olive.

Terminato di decorare spennellate la superficie con dell’olio e cospargere di timo.

Cuocete in forno caldo (220°) per circa 25/30 minuti.
Servite con un’insalatina di stagione e birra ghiacciata

 

è venuta buonissima…………..
Annunci

5 thoughts on “La Pissaladiere

  1. Hai proprio ragione Luciana è buonissima, ho avuto occasione di mangiarla qualche hanno fà quando siamo partiti da La Spezia e abbiamo fatto tutta la costa ligure più la costa francese fino a Cannes. Grazie per la ricetta è davvero preziosa…..un caro saluto e un abbraccio, buona serata!

  2. ma cos\’è questa robina qua???? ma sembra buonina!!! eheh…. magari mi aggrego a lorena….. 🙂 grazie per la ricetta!!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...