Da una lacrima sul viso………

No, non si tratta della famosa canzone di Bobby Solo…………..ma di un libro spassosissimo.

Da una lacrima sul viso... Ovvero: «Come guarire i mali del cuore attraverso l'ascolto omeopatico delle 50 canzoni più deprimenti del pop italiano»

Si ride, si ride, si ride.

Il vostro Lui non si è neanche presentato al primo appuntamento? Oppure vi ha tradito, o peggio mollato? O peggio ancora, tradito, mollato e ora nessuno vi guarda più in faccia perché avete superato gli “anta” o perché siete diventate come la donna cannone e non vedete altra alternativa che non sia quella di buttarsi nel  fiume come l’uomo in frack??????????

Le schede delle varie canzoni sono trattate con competenza ed i due autori sono veramente in stato di grazia.

Questo libro che vi tirerà su il morale, riuscendo a farvi ridere persino quando si parla della tristissima “Il carrozzone” di Renato Zero. Non illudetevi che lui torni da voi, (e non ne varrebbe  neanche la pena), ma sicuramente troverete qualcun altro: riderete così tanto che alla fine risulterete simpaticissime e tutti sappiamo quanto sia irresistibile un bel sorriso.

Si tratta di una rassegna delle 50 canzoni più deprimenti del pop italiano, che vengono analizzate per poi diagnosticare i mali che meglio rappresentano e suggerire l’adeguata terapia per l’ascoltatore, con una vera e propria divisione in “diagnosi” e “terapia”. La depressione dei brani viene completamente esorcizzata, e il quadro che ne risulta è davvero divertente. Divertente soprattutto il commento ai testi, che a maggior ragione piacerà agli appassionati di buona musica perché tutto è basato su contenuti e considerazioni sensate.
Impossibile non ridere leggendoselo a casa.

“Alzi la mano chi non lo ha mai fatto: arrivare a casa, chiudersi nella propria stanzetta, accendere lo stereo e buttarsi sul letto, con la testa affondata nel cuscino, ascoltando un brano infelice quanto noi. La canzone piagnucolosa, specialità del Belpaese invidiata in tutto il pianeta, può aiutarci a farci sentire meno soli, pensando che là fuori una pop star miliardaria ha patito quanto noi. Ma a lungo andare diventa una droga che rende piacevole la nostra afflizione, e ci spinge a cullarci in essa. Ora basta! Questo libro è andato a prendere i successi più dolenti degli ultimi decenni, nella speranza di includere anche la VOSTRA canzone triste, per liberarvi da questa schiavitù e rifarvi una vita.”

Annunci

14 thoughts on “Da una lacrima sul viso………

  1. Ci fa sempre un mondo di bene, se siamo capace di ridere.. buona giornata cara Luciana ti abbraccio Rebecca

  2. Molto interessante, lo prenderò senz’altro anche se, per indole, non mi faccio scoraggiare facilmente, ma ridere fà sempre molto bene! Un caro saluto Luciana, buon martedì, un forte abbraccio!

  3. Ciao Luciana, bella la tua introduzione “Il vostro Lui non si è neanche presentato al primo appuntamento? Oppure vi ha tradito, o peggio mollato? O peggio ancora, tradito, mollato e ora nessuno vi guarda più in faccia perché avete superato gli “anta” o perché siete diventate come la donna cannone e non vedete altra alternativa che non sia quella di buttarsi nel fiume come l’uomo in frack??????????”

    Ma se la si gira in modo maschile “La vostra Lei non si è neanche presentata al primo appuntamento? Oppure vi ha tradito, o peggio mollato? O peggio ancora, tradito, mollato e ora nessuno vi guarda più in faccia perché avete superato gli “anta” o perché il tuo fisico e diventato alla Homer Simpson, a sto punto ti chiudi in casa con lo stereo a palla e la canzone Uomini soli (dei Pooh)….. cosa ne pensi

    Se mi capiterà lo leggerò, così quando riascolterò le canzoni, le ascolterò con un sorriso.

    Ridere. Il vero segno della libertà. (René Clair)
    Ciao buona settimana

  4. Ciao Ele, mi piace il tuo blog, è proprio “la vita” la vita di tutti i giorni fatta di cibo ma anche di riflessioni, risate, lacrime ecc…qui c’è tutto, c’è l’essenza..

  5. deve essere piacevole leggere questo libro …sei poi come hai detto te si ride perchè vengono analizzate molte canzoni, direi che è una bomba 🙂

    io ho un particolare, non ascolto MAI canzoni tristi che parlano dei sentimenti …anzi ci sto proprio alla larga, le trovo deprimenti.

    micioso pomeriggio Luciana …grazie sempre per questi consigli sui libri …miuuu 🙂

  6. Buongiorno mia cara Luciana, in questi giorni mi sembra che non trovo mai tempo a passare da te e i miei amici, forse e la primavera che mi porta lontano dal Pc. Non e mancanza di rispetto, vedo che sei sempre presente scusami se a volte non ti ringrazio abbastanza. Con sincera amicizia Rebecca

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...