La voce del violino

 

Ormai leggere un libro di Camilleri sulle indagini di Montalbano ha lo stesso sapore che si prova rincontrando vecchi e cari amici, che ti raccontano le loro ultime vicissitudini. E questo vale sia per i romanzi più recenti, sia per quelli che rappresentano, invece, le prime uscite di Montalbano, quando ancora i cupi pensieri della vecchiaia in arrivo non lo ossessionavano.

 La Voce del Violino è un romanzo pubblicato nel 1997 dalla casa editrice Sellerio.

E’ il quarto romanzo della serie dedicata al commissario Montalbano, dal quale è stata tratta la famosa fiction televisiva.

 

Leggo ormai da molti anni Camilleri e adoro farmi trasportare e cullare dalle emozioni, che mi trasmettono ogni singolo libro. La figura di Salvo è sempreverde ed intramontabile, cresce con noi, invecchia con noi, soffre e ama come noi. Fantastico!

A dare un po’ di verve a questo romanzo ci hanno pensato il genio dell’informaticcia (il mitico Catarella) e il nano Bagonghi (lo stesso Montalbano)…….

 

Tutto era stato, fin dal principio, uno scangio dopo l’altro. Maurizio era stato scangiato per un assassino, la scarpa scangiata per un’arma, un violino scangiato con un altro e quest’altro scangiato per un terzo………Passato il ponte fermò l’auto, ma non scese. C’era la luce nella casa di Anna, sentiva che lei lo stava aspettando. Si addrumò una sigaretta, ma arrivato a metà la gettò fora dal finestrino, rimise in moto, partì. Non era proprio il caso di aggiungere un altro scangio.”

Annunci

18 thoughts on “La voce del violino

  1. Devo essere sincera, non mi piace leggere Camilleri…ha uno stile che non fa per me…del commissario Montalbano preferisco i film, quelli mi piacciono moltissimo, li ho visti tutti e gli attori sono perfetti, sembrano usciti dalle pagine dei romanzi…buona giornata, carissima Luciana, un abbraccio!

  2. Sicuramente Camilleri è un grande scrittore ma, non amando il genere letterario, non ho mai letto nessuno dei suoi romanzi e non ho visto nessun film o telefilm tratto dai suoi racconti. Sicuramente è un mio limite.

    Ciao, Luciana. Buon pomeriggio.

  3. l’ho letto così come quasi tutti i racconti che riguardano il Commissario Montalbano. Mi piacciono molto, mi divertono e adoro leggere il suo strano siciliano…Grande Camilleri in tutti i sensi e dotato di ironia che per me è segno d’ intelligenza
    Buon fine settimana cara Luciana
    Un abbraccio

  4. Non ho mai letto i libri di Camilleri, ma i telefilm del commissario Montalbano, ne ho visti alcuni, e il personaggio di Salvo mi piace molto.
    Mitica la sua frase “Montalbano sono…”
    Belle anche, le location, dove vengono ambientate le fiction, nella provincia di Ragusa, si scoprono angoli nascosti ma non per questo meno belli dell’estremo sud e per assaporare i gusti, i modi di vivere e le tradizioni siciliane.

  5. Leggo che non sono il solo a non leggere Camilleri.
    Per la verità una volta ci ho pure provato, amando il genere giallo, però ci ho molto presto rinunciato, sia perchè non è che mi vadano molto gli autori italiani, ma in particolare Camilleri usa un gergo per me incomprensibile.
    Ma per chi lo ama, e credo siano molti, ogni nuova uscita, magari si trattasse anche di un manoscritto riesumato, diventa subito motivo per non farselo sfuggire….è l’istinto del collezionista dei libri degli autori preferiti, dal quale nemmneo io sono immune, anzi, ora con le bancarelle on-line è un piacere andare a caccia di vecchi libri pubblicati in altre epoche.
    Ciao Luciana e buon fine settimana!

  6. Ho visto quasi tutta la serie di Montalbano, ma non ho mai letto i libri di Camilleri. me lo riprometto sempre e mi sa che prima o poi lo farò.

    C’è tutta la mia Sicilia lì dentro e quindi…

    Ciao e buona serata.

  7. Mio figlio è un appassionato di Camillieri, appena maggiorenne, legge costantemente i suoi libri, e di già la sua collezione cresce in bellezza.
    Io vedo in TV la serie televisiva del commissario Montalbano, ed abito nei posti delle riprese, sembra che ormai Zingaretti faccia parte di Noi, perchè ha colto le bellezze naturali del territorio, apprezzando e godendo le buone qualità che la nostra Terra può offrire ai nuovi visitatori.
    Vieni a visitare anche Tu i posti di Montalbano, perchè l’odore e l’azzurro del mare sono diversi da qualunque altro posto.
    Giorgio

  8. Il nome di uno scrittore, il titolo di un libro, possono a volte, e per alcuni, suonare come quello di una patria.
    (Porte aperte, 1987 – Leonardo Sciascia)
    Buona Domenica

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...