La lingua perduta delle gru

Un grandissimo scrittore. Un buon libro riuscito bene.

Tratta di un velo che si squarcia e scopre i segreti di una famiglia, e tutto all’improvviso crolla.

Rose, madre di un figlio che improvvisamente si dichiara omosessuale, apre gli occhi su ciò che il marito stesso le ha sempre nascosto, e cioè la propria bisessualità. Il matrimonio era stato, nelle intenzioni di lui, una “cura”, quando l’omosessualità era considerata una malattia. Cura inefficace, che lo aveva condannato ad una doppia vita fatta di cineme porno e incontri fugaci e silenziosi con altri uomini.

La mano di Leavitt è delicata, forse più nel personaggio di Rose che in quelli di Owen e Philip, rispettivamente marito e figlio di Rose.

Ti ritrovi spesso, durante la lettura, ad immedesimarti nelle loro vite e a chiederti: se tutto questo succedesse a me, come mi comporterei?

New York, sullo sfondo, si staglia in tutte le sue contraddizioni.

L’unico dubbio: ma a New York gli eterosessuali dove sono finiti?

Il titolo viene da un caso clinico citato da Leavitt: un bambino disadattato che imita in tutto e per tutto i movimenti ed i rumori delle gru del cantiere edile vicino a casa.

“Ciascuno a modo suo, trova ciò che deve amare, e lo ama; la finestra diventa uno specchio; qualunque sia la cosa che amiamo, è quello che noi siamo.”

David Leavitt – La lingua perduta delle gru

Dimenticavo….., cercando qualche notizia sul libro ho scoperto che da questo era stato tratto anche un omonimo film, che personalmente non ho mai avuto il piacere di vedere……

Annunci

23 thoughts on “La lingua perduta delle gru

  1. Dev’essere davvero interessante, il film non l’ho visto nemmeno io, e non ricordo nemmeno d’averlo sentito nominare sinceramente, ciao Luciana ti auguro una buona giornata, un abbraccio!

  2. Si’ … delicato e nello stesso tempo sa scavare
    nella profondita’ dei sentimenti ….
    nell’ipocrisia dei tempi …
    un bacio

    elisa

  3. L’argomento trattato nel racconto sull’omosessualità, specialmente all’interno della famiglia, attualmente é ancora tabù. Vi è molta ipocrisia su questo argomento.
    Ciao Luciana

    L’ipocrisia è il preludio alla castrazione intellettuale.
    (Arrigo Cajumi, Pensieri di un libertino, 1950)

  4. Dimenticavo oggi 8 marzo per tutte le donne:
    Auguri a tutte le donne che lavorano e sognano,
    che ridono e piangono,
    che amano e odiano,
    che sono la metà del mondo:
    madri, figlie, sorelle, amanti, mogli dell’altra metà.
    Che amano l’altra metà,
    con la quale spesso si completano e si uniscono,
    come solo uomini e donne che si vogliono bene sanno a fare.
    Auguri alle donne ed auguri agli uomini che amano e rispettano le donne.

    Buon 8 Marzo Luciana.
    (le ho trovate su internet, e ho pensato, che messe sul tuo blog dia un augurio a tutte le donne che lo visitano)

  5. Ciao, Luciana per la recensione come sempre sintetica ed efficace nella sua chiarezza.

    Quanto alla tua domanda su New York, credo che la situazione non sia molto diversa da quella italiana.

    Gli auguri per questa giornata, che ha perso ormai il suo significato di autocoscienza sulle donne ed è diventata soltanto un’occasione commerciale banale e qualcje volta anche volgare, avendoli già indirizzati personalizzati, mi limito a rinnovarli.

    Buona serata.

  6. deve essere sicuramente un bellissimo libro tutti i libri che parlano dei misteri nascosti del nostro io e li rivelano mi interessano particolarmente siamo come un pozzo di cui non ne vedi mai il fondo e ogni volta scopri qualcosa di importante qualcosa che ti sconvolge e ti costringe ad immedesimarti perchè sai che quella persona potresti essere tu. Colgo quest’occasione per chiederti se posso inserire questa tua splendida recensione del libro sul mio gioco- romanzo che stiamo realizzando grazie buona serata ciaooooo

  7. effettivamente ti chiedi ..e se capitasse a me??…senza dubbio un bel quesito al quale non bisogna avere l arroganza di rispondere…mi sa che ci faccio un pensierino sul libro…
    dolce notte luciana ..
    nu vasille

  8. Ciao, sempre sull’argomento del tuo bellissimo libro, ho trovato una frase dal film “Philadelphia”, che riassume un po come nella maggior parte delle famiglie, viene trattato l’argomento con i figli.

    “Voglio dirti una cosa, Andrew. Quando ti educano come hanno educato me e la maggior parte della gente in questo paese ti assicuro che nessuno ti viene a parlare di omosessualità oppure come dite voi stile di vita alternativo. Da bambino ti insegnano che i finocchi sono strani, i finocchi sono buffi, i finocchi si vestono come la madre, che hanno paura di battersi, che sono… sono un pericolo per i bambini, e che vogliono solamente entrarti nei pantaloni. Questo riassume più o meno il pensiero generale, se vuoi proprio sapere la verità.” (Joe Miller (Denzel Washington))

    Buona giornata Luciana – Ciao

    “Aver fede significa credere in qualcosa che non siamo in grado di provare.” (Adrew (Tom Hanks))

  9. Ciao cara Luciana,
    sempre ricchi di stimoli i tuoi post, al di la di quelli che possono essere poi i gusti in fatto di libri che ciascuno possa avere.
    Comunque credo sia meglio tu abbia letto prima il libro, se avessi invece visto il film, forse la lettura avrebbe perso tutta la sua capacità di mettere in moto la fantasia e l’immaginazione.
    Com’è Torino oggi? Sole anche da te?
    Spero di si, comunque ti auguro una splendida giornata! Un abbraccio!

  10. Ciao Luciana, piacere di reincontrarti qui su Word Press. Bello il nuovo BLOG e ottima la tua recensione. Un caro saluto e a risentirci.

  11. Ora stò leggendo Canale mussolini di Antonio Pennacchi e devo dire che mi piace ….ma voglio leggere anche “la lingua perduta delle gru”….
    Quanto al cinema ti faccio sapere mi piace e sono appassionato di film …..
    dolce serata un abbraccio …

  12. Ma quanti libri leggi alla settimana!!!! Brava! Magari avessi io la tua voglia… 😦 Grazie della segnalazione comunque! Mi sa che se leggo tutti quelli consigliati da te (che sembrano sempre tutti stupendi) li finirò quando sarò vecchia vista la mia di velocità….. Eheh! Buona serata!

  13. Ciao cara Luciana, sempre molto interessanti le tue segnalazioni, leggere è una cosa meravigliosa ma orientarsi fra le novità non è facile…a quanto pare fortunatamente si scrivono ancora tanti buoni libri. Un abbraccio!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...