Il diario di Adamo ed Eva

In un’epoca in cui l’amore eterno sembra passato di moda, archiviato come mito romantico, Mark Twain ce ne rinnova la speranza. Il segreto è quello della tolleranza, che nell’accettazione delle reciproche fastidiose diversità consente di raggiungere il traguardo faticoso di una vita in comune. L’amore eterno qui sulla terra non è un tenero idillio, ma una laboriosa conquista.

La storia della creazione è forse il racconto più conosciuto al mondo. Eppure, non sappiamo quasi nulla del modo in cui il primo uomo e la prima donna trascorrevano il tempo nel paradiso terrestre. Mark Twain colma questa lacuna con l’umorismo e l’ironia caratteristici della sua prosa. Scopriamo così che la lotta tra uomo e donna ebbe inizio già in quei primissimi giorni.

Gustav Klimt – Adamo ed Eva

“Avremo? Dove ho preso questa parola? Adesso me lo ricordo: è questa nuova creatura che la adopera…Vorrei che non parlasse e invece parla sempre…mi ferisce l’orecchio e mi suona una nota falsa…”

Ironico e poetico, ha il sapore di una commedia con l’eterno balletto tra uomo e donna.

Lo scrittore si diverte ad immaginare come siano potute andare realmente le cose e a come possa esser nata l’attrazione tra i due sessi.

Raffaello

Adamo, dai modi un po’ rozzi e facilmente irritabile, è infastidito dalla presenza di Eva, che lo segue incuriosita, parlando ininterrottamente e dando un nome a tutte le cose.

Eva è romantica, vanitosa, chiacchierona.

Adamo è cinico, solitario, rude. Il loro incontro sembra destinato al disastro e la nascita del piccolo Caino non pare migliorare la situazione: Adamo non vuole riconoscerlo come figlio, perché ai suoi occhi è solo uno strano animale. Come nell’originale, Eva e Adamo mangiano la mela e vengono introdotte nel loro mondo la morte, l’istruzione e il lavoro. Cose che sembrano piacere solo ad Eva. Eppure, nonostante le diversità, uomo e donna si amano.

Adamo ed Eva – Marc Chagall – 1912

Masaccio – 1426-28


Annunci

12 thoughts on “Il diario di Adamo ed Eva

  1. Bella questa carellata tra scrittura e pittura a rendere omaggio alla nostra “progenitrice” e si, siamo tutti figli di Eva.
    Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

  2. Ciao, Luciana, come al solito, trovi argomenti sempre interessanti.
    Sapere, cosa può essere successo, tra Adamo e Eva, nel paradiso terrestre, penso sia una curiosità, che tutti vorremmo sapere.
    L’amore eterno non esiste più? Forse è vero, forse esiste solo nelle poesie, nei film a lieto fine, ma anche noi, non ci sforziamo più per arrivarci.

    Una parodia‪ di ‬”‪Adamo ed Eva‬” di ‪Sandra e Raimondo‬

    PS: Loro erano una coppia, di esempio dell’amore eterno

    Buona giornata, ciao

  3. Bella e particolare questa interpretazione, fra l’altro anche l’idea stessa del libro è assolutamente originale. E se fosse andata esattamente così?? 🙂
    Buona giornata, carissima Luciana, qui da me piove…come sempre, ufffffff

  4. M’incuriosisce… Lo leggerò prima o poi (purtroppo con gli esami non posso avere la libertà di leggere quello che voglio e poi ho ancora una cinquantina di libri comprati negli anni da smaltire).

  5. ritengo che lo scrittore abbia ragione quando dice che non è un idilio ma una laboriosa conquista stà di fatto che se manca l’amore puoi metterci tutta la volontà ma non riesci ad mantenere assieme una coppia è la forza dell’amore che aiuta a superare gli ostacoli ciao buona giornata complimenti per il tuoi sempre bellissimi post

  6. Molto interessante e poi le tue presentazioni/recensioni sono talmente entusiastiche e complete che invogliano proprio a leggere i libri che ci presenti.
    Ciao, buona giornata
    Pat

  7. mmmmmm..potrebbe essere divertente chissa ma come dirlo se prima non lo leggo ehhehehe…beh lo metto nella lista al momento ne ho gia qualcuno da leggere….miiiiiiii questo tempo e sempre poco!!!!
    buona serata luciana nu vasille

  8. mi hai incuriosita e annoto il libro. In effetti, di questi nostri genitori ne sappiamo poco e tendiamo ad immaginare tutto idilliaco sino alla dimora nel paradiso. Poi…anche loro avranno avuto le loro gatte da pelare. 🙂
    Bella la scelta artistica che hai fatto, complimenti. Ciao e buon weekend

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...