Il gioco dell’angelo

Difficile reggere il paragone con “L’ombra del vento” ma credo che Zafon non abbia deluso le aspettative, mantenendo intatta la sua grande capacità di descrivere personaggi emozionanti .

Ho appena finito di leggerlo. Il “Gioco dell’Angelo” è il prequel dell’ ”Ombra del Vento”.

Una storia al limite della fantascienza, con diverse scene fin troppo cruente,  trame accattivanti, atmosfere cupe e città che sembrano quasi prendere vita, in maniera molto coinvolgente.  Il finale……raggelante.

Comunque, bellissimo. Ti prende dall’inizio alla fine. Zafòn mi ha ormai conquistata!!!! Credo che leggerò presto anche “Marina”.

 

 

Quando muore il libraio Sempere (nonno di Daniel, il protagonista dell’ombra del vento) Gustavo Barcelò, suo amico, organizza il funerale nel cimitero Poblenou.

Cimitero Poblenou

“La folla si era riunita all’ingresso del cimitero ad aspettare l’arrivo del carro funebre. Nessuno osava parlare. Si sentiva il rumore del mare in lontananza e l’eco di un treno merci che scivolava verso la città di fabbriche che si estendeva alle spalle del camposanto.”
Il sepolcro è “una lastra di marmo sobria e senza orpelli che passava quasi inavvertita”. La vicino David può vedere la tomba di suo padre e aspetta che tutti siano andati via dopo la cerimonia per avvicinarsi alla tomba di Sempere e poggiare la mano sul marmo.

      Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l’occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de “L’ombra del vento” hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore – scrivere un’opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell’umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.

Annunci

17 thoughts on “Il gioco dell’angelo

  1. Ciao Luciana, non conosco l’autore, ma da come descrivi il suo modo di scrivere, deve essere piacevole leggere i suoi libri.
    Appena finirò di leggere, i due libri che m’ha regalato una carissima amica, proverò a leggere qualcosa di questo autore.
    Grazie dei tuoi consigli sulle buone letture.
    Buona giornata… Ciao 🙂

    “Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi.” Aforisma di Carlos Ruiz Zafón.

  2. Davvero interessante, grazie Luciana per le tue recensioni, ti auguro una buona giornata, un abbraccio!

  3. …conosco l’ombra del vento…
    conosco il suo stile…
    e te sei un eccellente recensionista….
    mi mancano gli altri..
    lettura estiva…
    Buona giornata bella donna.
    bellissimo anche il post sugli spaventapasseri
    …sei unica!
    vento

  4. Ciao carissima Luciana, anche in questo caso non mi trovi a condividere i tuoi gusti in materia di libri.
    Io sono uno che legge continuamente, un libro dopo l’altro, di generi anche abbastanza diversi e mi capitato di “assaggiare” Zafon con L’ombra del vento, che non mi è piaciuto, devo essere sincero.
    So altrettanto bene che è un autore in auge e che i suoi libri sono spesso in cima alle classifiche dei libri venduti, quindi io, con i miei gusti, non devo far gran regola.
    Però, leggendo quanto da te riportato, mi sembra che anche quest’altro ricalchi parecchie caratteristiche del precedente.
    Meno male che ho visto che ti era piaciuto I pilastri della terra, qualcosa in comune lo abbiamo, perchè io l’avveo trovato stupendo.
    Ma a parlar di libri non smetterei mai, meglio lasciar spazio anche ai commenti ed ai giudizi di altri, convenendo che la cosa più importante non è proprio quel o che autori si leggono, ma che lo si faccia!
    E tu fai bene a promuovere la lettura, ciao carissima amica!

  5. Una delle segnalazioni più accattivanti ricevute negli ultimi tempi; penso che non mancherò di sfruttarla.

    Un saluto riconoscente, e, come tua simpatica abitudine, un sorriso.

  6. Buongiorno Luciana, capitare qui è come andare nel salottino di casa con una bella tazza di caffè a rilassarsi leggendo (anche se il libro che proponi non dev’essere rilassante 😀 ), ci vuole proprio un momento così, saltello da quello di Daniele al tuo 🙂 Ciao.

  7. Ho sempre sentito parlare di Zafon ma non l’ho mai letto….forse perchè nessuno prima di te aveva saputo suscitare così bene la mia curiosità per questo autore! Magari comincio proprio da questo libro…che sembra accattivante più che mai.
    Un bacione!

  8. per te che sei un’anobina come me (madooooo…da quanto tempo non aggiorno anobii…!!) ricordo di aver dato 4 stelle all’Ombra del vento ed 1 stella a Marina. Può lo stesso autore esaltarti e subito dopo deluderti?
    La presentazione del Gioco dell’angelo che hai fatto è stuzzicante. Lo leggerò anche per capire dove mettere Zafon nel mio gradiente.
    🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...