La ragazza con l’orecchino di perla

E’ un libro che lascia il segno.

Merito indubbiamente della scrittura di Tracy Chevalier che riesce a coinvolgere moltissimo; il romanzo risulta scorrevole e dopo appena un paio di pagine ci si ritrova totalmente immersi nelle ambientazioni, storico-sociali ricreate. I personaggi spiccano in modo molto umano pur essendo un libro delicato e poetico.

Ottima descrizione di un paese (Delft) dell’Olanda nel XVII secolo; luoghi, usi, persone e soprattutto una ragazza, che ancora adolescente, dovrà sopportare la condizione di essere una serva, ma che saprà essere di aiuto e ispirazione al maestro Vermeer.

Un libro semplice ma denso di significato, che nonostante sia ambientato nel ‘600 riesce ad esprimere la situazione di una ragazza olandese dell’epoca. è un libro molto bello, che apre il pensiero verso la difficoltà della vita dell’epoca. dopo averlo letto bisognerebbe vedere i quadri del pittore Vermeer, anche se la cosa è abbastanza complicata. Ritroverete sicuramente molti dei personaggi del romanzo…..

 Il racconto è lineare e va avanti senza grandi sconvolgimenti ma con passione. Lo consiglio a chi vuole rilassarsi nella lettura con un racconto che appassioni e che non sia pesante.

La passione di Griet ha qualcosa di miracolosamente innocente che commuove e innervosisce allo stesso tempo. E quella del suo padrone è così silenziosa e cerebrale da non sembrare credibile. Eppure il tutto è descritto con il giusto ritmo e la storia va avanti come deve andare, senza concedere troppo spazio al “romanzo”, e forse proprio in questo sta il pregio del libro: la passione è ancor più travolgente nel momento stesso in cui viene respinta e negata.

 

Delft, Olanda, XVII secolo. La vita scorre tranquilla nella prospera città olandese: ricchi e poveri, cattolici e protestanti, signori e servi, ognuno è al suo posto in un perfetto ordine sociale. Così, quando viene assunta come domestica in casa del celebre pittore Johannes Vermeer, Griet, una bella ragazza di sedici anni, riceve con precisione il suo compito: dovrà accudire con premura i sei figli dell’artista, non urtare la suscettibilità della scaltra suocera e, soprattutto, non irritare la sensuale, irrequieta, moglie del pittore e la sua gelosa domestica privata. Inesorabilmente, però, le cose andranno in modo diverso… Griet e Johannes Vermeer, divideranno complicità e sentimenti, tensione e inganni.

Bellissimo il film tratto dal libro, con grandi interpreti……..

E questi alcuni quadri del grande pittore Jan Vermeer,  olandese, nato a Delft il 30 ottobre 1632.

Gentiluomo e donna che beve

La ragazza col filo di perle

Annunci

19 thoughts on “La ragazza con l’orecchino di perla

  1. Hai ragione è molto bello, io ho visto solo il film…..e il libro, come sempre, sarà ancora meglio, ti auguro una buona serata Luciana un abbraccio!

  2. Ciao Luciana, come al solito le tue recensioni sono perfette, ogni volta che descrivi quello che leggi, metti una voglia hai tuoi eternauti del blog a scoprire nuove emozionanti letture.
    Buona serata

    “Una curiosità sulla cittadina di Delft, oltre avere dato i natali al grande pittore Vermeer è famosa per la produzione di ceramica azzurra, che ebbe il suo massimo sviluppo nel secolo d’oro olandese, il 600.”

  3. ………..una bellissia storia……
    ma ne letto ne visto il film..ho solo letto la recinzione di una attenta signora di
    nome Luciana, che posso assicurarti è attenta e ricerca sempre quel dettaglio, affatto trascurabile, della precione.
    🙂 grazie Lucy dei tuoi consigli!
    vento

  4. Ho visto prima il film, poi in seguito ho comperato il libro e devo dire che mi è piaciuto molto, molto di più. Nonostante il film sia molto attinente al libro, diverse scene (come sempre del resto) sono diverse e sinceramente il libro mi è ha donato sensazioni molto più belle.
    Ciao, Pat

  5. Se c’è anche il film, credo che l’importante sia non vederlo prima, altrimenti toglierebbe molto alla lettura, che verrebbe privata della possibilità di elaborazione che il leggere mette in moto nella nostra fantasia.
    L’epoca e l’ambientazione, confesso, concorrono a renderlo interessante anche a me, anche se ho il sospetto che ci possa essere qualche eccesso di tinte rosa.
    Ringrazio Luciana per questo suo impegno anche nel promuovere la lettura, della quale penso ci sia ancora tanto bisogno.
    Un abbraccio e l’augurio di un felice weekend!

  6. Sembra interessante la storia. Ho visto tempo fa che era uscito il film ma non ho mai avuto occasione di vederlo.. lo terrò presente fra i prossimi film da noleggiare o i prossimi libri da leggere!!

  7. Non ho letto il libro ma ho visto il film e mi è rimasto nel cuore…bellissimo davvero…buon fine settimana cara Luciana, ti lascio un sorriso e un forte abbraccio!

  8. Ciao Luciana, dovrei lasciar perdere un pò le “pignatte” e leggere di più, anche l’anima va nutrita 🙂

  9. Non ho letto il libro ne ho visto il film, ma dopo la tua attenta descrizione devo senz’altro porre rimedio. Bella e interessante anche l’idea di inserire delle notizie storiche.

    Ciao e buon fine settimana.

  10. Ricordo di aver letto il libro dopo aver visto il film, cosa che di solito faccio, semmai, al contrario e nel libro ho rivissuto le stesse emozioni del cinema.
    Hai ragione a dire che in questo caso il trittico arte-letteratura e cinematografia è in perfetta simbiosi. ciao

  11. Lucia grazie per visitato il mio blog, letto il libro e visto il film. Bellissima la fotografia del film, scene, paesaggi, volti, tutto bene, la trama sicuramente ovvia e banale, mi è piaciuta di meno il film. Brava per aver illustrato e portato qui notizie storiche. Se torni nel mio blog, vedrai che anch’io ho utlllizzato questa immagine, un saluto

  12. Grazie a questo romanzo ho scoperto la scrittrice Tracy Chevalier di cui ho poi letto anche altri romanzi. Sono prorpio contenta Luciana che questo libro Ti sia piaciuto così tanto perchè sono io che Ti ho consigliato di acquistarlo e leggerlo.

  13. Tracy Chevalier …però che dire della VERGINE AZZURRA …..
    secondo me è più bello …
    Grazie della Tua visita
    dolce serata ….

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...