Margherita Oggero

UNA TORRE DI LIBRI è un festival culturale che si svolge dal 26 giugno al 31 luglio 2011 a Torre Pellice.

Ieri pomeriggio è stata Margherita Oggero a presentarci il suo ultimo libro «L’ora di pietra» (Mondadori) .

A intervistare la scrittrice torinese, è Luca Crovi, ideatore e conduttore della rubrica di Rai Radio Due “Tutti i colori del giallo”, dedicata al giallo e al noir.

 

Margherita Oggero

ha esordito nel 2002 con il romanzo “La collega tatuata”, edito da Mondadori, da cui è stato tratto il film “Se devo essere sincera” (di Davide Ferrario, con Luciana Littizzetto e Neri Marcorè). Sono seguiti, con altrettanto successo, altri romanzi come “L’amica americana”, “Il compito di un gatto di strada”, “Il rosso attira lo sguardo”, “Un viaggio a Parigi” , solo per citarne alcuni….

 Per la Rai ha scritto i soggetti della fortunata serie “Provaci ancora prof” con Veronica Pivetti.

 “I suoi primi tredici anni Immacolata, per tutti Imma, li ha vissuti dove è nata, in un paese del profondo Sud, non lontano da Napoli, dove la legge è quella dettata dal boss locale e le donne sono costrette a chinare il capo di fronte al volere – o al rifiuto – dei loro uomini. Già segnata da un grande dolore durante l’infanzia e testimone, non vista, di un terribile delitto, Imma cresce cercando di dominare la propria indole selvatica e indipendente: ma quando, in seguito a un suo gesto di coraggiosa ribellione, la famiglia decide di mandarla al Nord, nascondendola a casa di una zia che lei quasi non conosce, Imma si trova all’improvviso a fare i conti con se stessa, con la ragazza che ancora quasi non si era accorta di essere, con la donna che vuole diventare.

Le lunghe ore solitarie tra le mura dell’appartamento della “zia scaduta” diventano per Imma la sfida più grande. Ferma dietro la finestra che è il suo solo contatto col mondo, aspetta la magica “ora di pietra”, in cui per la strada non passa nessuno, le foglie degli alberi sono immobili e nessuna scia solca il cielo, l’ora in cui tutto sembra fermarsi e la verità delle cose si rivela nel silenzio. Ma la vita reale non si ferma mai, e solo violando la prigione che le è stata imposta Imma potrà conoscere il giovane venditore di libri usati che le offrirà la più meravigliosa delle evasioni: seguendo con trepidazione le vicende di Anna Frank, quelle di Michele Amitrano – protagonista di Io non ho paura – o di Oliver Twist, Imma supererà la nostalgia delle sue campagne assolate e assassine e troverà ancora una volta il coraggio per uno slancio di libertà.”

Ancora un bellissimo pomeriggio…………..

Annunci

19 thoughts on “Margherita Oggero

  1. una bella esperienza sicuramente….. io l’ho vissuta poco più di una ventina di giorni fa, qui a Polignano nella quattro giorni: de il libro possibile giunto orma all’undicesima edizione, una vera e propria ubriacatura di cultura con oltre un centinaio di autori che hanno presentato i loro libri, anche se si doveva scegliere, perchè c’erano 4 o 5 presentazioni contemporaneamente in altrettante piazzette del paese.
    Se vuoi vedere quello che è stato il programma dell’evento ti lascio il link
    http://www.libropossibile.com
    Ti auguro una buonagiornata, con amicizia, Vito

  2. Complimenti Luciana, l’incontro con l’autore è sempre un’esperienza bella e gratificante, non conosco molto bene questa scrittrice e non ho mai letto nulla, il tuo post mi ha incuriosito e metterò in programma la lettura di questo libro.Un saluto carissimo Lucia

  3. Ciao, vedo che ormai conosci bene le mie parti, dopo il tuo incontro con Camilleri, sei di nuovo tornata per la Margherita Oggero. L’incontro con l’autrice deve essere stato di nuovo emozionante.
    Deve esserti piaciuta molto questa rassegna a Torre Pellice.
    Foto molto belle, complimenti.
    Buona giornata… con affetto un abbraccio.

  4. Ciao Luciana, meno male che c’è qualcun altro a constatare che sei una gran bella donna, oltre che la rubrica di “Notizie letterarie” di questo nostro ambiente.
    Credo sia sempre un’esperienza speciale sentir presentare un libro direttamente dall’autore, oggi avviene più spesso, speriamo concorra a far aumentare il numero dei lettori, sempre un pò scarso in Italia.
    Non posso dirti: bello, lo leggerò, perchè leggo poco di italiani, ancora meno di autori al femminile, ma, da assiduo ed appassionato lettore, continuerò a complimentarmi con te per la tua lodevole opera di promozione della lettura.
    E’ sempre un piacere passare da te, ti lascio un abbraccio con i migliori auguri di buon proseguimento della settimana!

  5. Un’emozione grandissima questa tua presentazione vissuta con tanta gioia mia cara Luciana!
    Bello sapeti entusiasta e vado a leggere un po di più su questo libro!
    Buon lunedi cara

  6. Eccomi tornata dalle ferie!! E’ da un po’ che non leggo i tuoi post e mi sono persa un sacco di cose!!
    Questo per esempio dev’essere stato un bell’incontro. Della Oggero ho letto il libro “il compito di un gatto di strada”, gentilmente regalato dal nostro amico Daniele. Molto molto carino. Era un libro molto sottile ma è scritto davvero bene. Lo consiglio caldamente come lettura “veloce e divertente”. 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...