Una domenica ad Asti

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Asti
FESTIVAL DELLE SAGRE
Asti – Piazza Campo del Palio – Domenica 11 Settembre 2011

Il Festival delle Sagre prende vita nel 1974 sulle ali della pura improvvisazione, da un’idea di Giovanni Borello, allora Presidente della Camera di Commercio, nell’ambito della Douja d’or, con l’intento di conferire a quello che era essenzialmente un concorso enologico, un momento festoso di schietta allegria.

La sfilata è senza dubbio il momento più spettacolare e coinvolgente del Festival.

3000 personaggi con abiti autentici dei primi decenni del ‘900,

attrezzi e strumenti da lavoro, che hanno segnato la storia della fatica nelle campagne e la riproduzione sapiente di riti e consuetudini di un’epoca lontana.

250 carri trainati da vecchi trattori

e un variegato sorprendente piccolo zoo domestico con buoi, cavalli, muli, asinelli, caprette, oche, anatre, cani da tartufo, polli e tacchini.

Il corteo ripropone le scene più significative della vita e dell’antica civiltà contadina.

Per circa due ore il corteo si è snodato per le vie del centro cittadino fra due ali ininterrotte di folla, suscitando partecipazione, curiosità, ammirazione, applausi e, molto spesso, commozione.

Oltre 40 pro-loco della provincia di Asti propongono le loro specialità gastronomiche.

Alcuni esempi:

Gran fritto misto di Callianetto

Agnolotti d’asino

Acciughe con bagnetto

Tagliatelle all’uovo con tartufo

“Bunèt” di Costigliole

“Puccia” di Monastero (soffice polenta sciolta nel minestrone di fagioli, condita con burro e formaggio)

Gran “bagna cauda” con peperoni e verdure di stagione

Zabaglione al Moscato d’Asti

 accompagnate da vini DOC astigiani, nel ristorante all’aperto che è arricchito dai caratteristici bicchieri di vetro da osteria, dai piatti di carta e dalle posate di materiale biodegradabile, simbolo del passato e del futuro allo stesso tempo, il tutto impreziosito da ombrelloni e colorate tovaglie che arredano la piazza insieme alle casette delle pro-loco, conferendo all’insieme quel pizzico di allegria e gioiosità che renderanno il Festival delle Sagre una giornata memorabile.

 

 

PESCHE AL RUCHE’

Ingredienti:

Pesche, Vino Ruché DOCG, Zucchero

 

Procedimento

Pelare le pesce e tagliarle a tocchetti. A parte preparare una miscela di vino Ruché e zucchero, aggiungere le pesche e lasciare macerare in frigorifero per almeno 3-4 ore. Questo piatto, nell’edizione 2006 del Festival delle Sagre è stato scelto dall’associazione ALMA come miglior dolce per l’attenzione rivolta alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Annunci

15 thoughts on “Una domenica ad Asti

  1. Ma che bella! Davvero interessante, sei un guida straordinaria cara Luciana diventeremo esperti di luoghi e sagre! Ti auguro un buon inizio settimana, un abbraccio!

  2. Carissima Luciana, non ti smentisci mai nelle proposte, spesso il frutto di come e dove trascorri i tuoi fine settimana!
    Anche questa manifestazione mi sembra grandiosa, per la quantità di gente che coinvolge, sopratutto dal lato organizzativo, ed è molto bello che poi abbiano successo, sia per gratificazione di tanto impegno, ma anche come modo di conivolgere tanta gente, poi su tematiche e su usanze da non scordare perchè fanno parte indissolubile con la nostra storia!
    Stavolta, più che altre volte, mi sarebbe piaciuto esserci!
    Grazie delle belle foto ed a te un sereno inizio di nuova settimana, Un bacio!

  3. Ma che bello, sono feste veramente molto piacevoli e poi come le racconti tu lo diventano ancora di più, sai renderle affascinanti.
    Copio la ricetta ^__^
    Ciao, buona nuova settimana- Patrizia

  4. Ciao Luciana, hai sempre dei fine settimana da raccontare.
    Manifestazione molto bella, non la conoscevo, conosco solo il palio di asti, nonostante origine astigiane da parte di papà.
    Queste rievocazioni, permettono sempre alle nostre generazioni, di conoscere dei pezzi di storia della nostra terra, che non si studia sui libri.
    Le tue foto sono sempre molto belle, quella di “ciuchino” è stupenda.
    Buona settimana, con affetto un abbraccio…………… 😉

  5. Fantastica, la sfilata soprattutto deve essere uno spettacolo…complimenti per le foto, rendono bene la particolarità di questo evento.
    E non ti nascondo che sarei pure curiosa di assaggiare quei piattini! 🙂
    Ciao cara Luciana, ti auguro una felice settimana

  6. Che fascino retro quegli abiti e quei cappelli, mi piacerebbe vestirmi così. E grazie per la ricetta delle pesche, prima che spariscano la devo provare.
    Un grande abbraccio, cara Luciana!

  7. Ho trascorso l’estate sempre in festa per le sagre dei Paesi vicini al mio, hai fatto un bellssimo reportage, degno di una giornalista. Belle le foto, hai immortalato luoghi e personaggi davvero caratteristici,Domenica prossima ci sarà da noi la ”
    festa dell’uva”, le immagini del trattore anni 60′ me la ricordano molto. Prima o poi verrò a visitare Torino e dintorni…Un saluto affettuoso

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...