Come le mosche d’autunno

“Camminavano avanti e indietro, da una parete all’altra, in silenzio, come le mosche d’autunno , allorchè passati il caldo e la luce dell’estate , svolazzano a fatica , esauste e irritate , sbattendo contro i vetri e trascinando le ali senza vita.”

E’ una storia ambientato nella Russia del 1918 e racconta la forza d’animo e l’incrollabile tenacia fisica e morale della tuttofare governante-balia (in russo njanja) Tat’jana Ivanovna.

La Némirovsky è bravissima, in 100 pagine scarse, a raccontare questa triste storia di ricchi possidenti russi che sono costretti a sfollare a Parigi………

 E’ lei a preparare i bagagli di Jurij e di Kirill, i ragazzi che partono per la guerra; ed è lei a tracciare il segno della croce sopra la slitta che li porterà via nella notte gelata. Sarà ancora lei a rimanere di guardia alla grande tenuta dei Karin allorché la famiglia dovrà, come tanti, rifugiarsi a Odessa e ad accogliere Jurij quando tornerà, sfinito, braccato. Né si perderà d’animo, la vecchia nutrice, quando dovrà camminare tre mesi per raggiungere i padroni e consegnare loro i diamanti che ha cucito a uno a uno nell’orlo della gonna. Grazie a quelli potranno pagarsi il viaggio fino a Marsiglia, e proseguire poi per Parigi. Nel piccolo appartamento buio che hanno preso in affitto Tat’jana vede i Karin girare in tondo, dalla mattina alla sera, come fanno le mosche in autunno. Lei, che è stata testimone del loro splendore, che li ha visti crescere, che li ha curati e amati per due generazioni con fedeltà inesausta, li vedrà adesso vendere le posate, i pizzi, perfino le icone che hanno portato con sé. Sembra che nessuno di loro voglia ricordare ciò che è stato; solo lei, Tat’jana Ivanovna, ricorda: così una notte, quella della vigilia di Natale, mentre tutti sono fuori a festeggiare, si avvia da sola, avvolta nel suo scialle, verso la Senna.

Irene Némirovsky

Annunci

15 thoughts on “Come le mosche d’autunno

  1. Molto interessante Luciana….molto centrata la similitudine con le mosche… ti auguro una buona giornata, un abbraccio!

  2. Ciao cara Luciana, la tua presentazione mi sembrava di averla già letta, infatti questo libro ce l’avevo presentato già col post dell’autunno.
    Ma meglio una volta in più, anche se non fa parte del mio genere.
    Piuttosto, penso abbastanza in tema, hai mai avuto occasione di leggere Il palcido Don di Michail Sciolochov? E’ una saga ambientata in Russia nell’epoca del passaggio dal regime zarista, alla rivoluzione ed al comunismo.
    Ti basti sapere, ma lo saprai già, che ha vinto in Nobel nel 1965.
    Buona giornata mia cara amica, che questo autunno non smetta più!

    1. Sì, avevo già segnalato questo libro nel post dell’autunno, ma avevo letto solo la prefazione. Ora l’ho letto e mi è piaciuto moltissimo.
      Mi piacciono molto le saghe russe e ho già preso nota della tua segnalazione.
      Da ragazzina ho letto quasi l’intera opera di Tolstoj……
      Buona giornata a te.

  3. che anno triste il 1918 mio nonno ancora giovane è morto di spagnola lasciando sola mia nonna che ha dovuto cavarsela con sette figli piccoli. anche loro stavano bene ed improvvisamente si sono trovati a dover vendere le cose di famiglia e come mosche svolazzavano sfinite . non ho letto il libro ma anche in Italia in quel periodo molte famiglie si sono trovate in difficoltà.io l’ho sentito raccontare da mia madre. che affinità trovo tra quel periodo e questo interessante come sempre la tua presentazione ciao buona giornata

  4. Però….Mette un po’ di tristezza questo libro…
    In ogni caso, grazie per le tue consuete ed interessanti segnalazioni letterarie!! Buona giornata!

  5. Si, ricordo anch’io quando l’avevi presentato, adesso c’è qualcosa in più e sono le emozioni che questo libro ti ha trasmesso.Grazie Luciana.
    Buon pomeriggio

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...