Fidarsi è bene………

“Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”.

 

Spesso e volentieri questo proverbio (purtroppo) ha riscontri nella vita quotidiana.
La vita è fatta da molte delusioni che ti lasciano il segno…..
Secondo voi, un qualsiasi rapporto, che sia di amore o di amicizia, si può rovinare per mancanza di fiducia nella controparte?

Il danno è riparabile?

Oppure conviene mettere la parola fine al rapporto che si è costruito molto probabilmente da tanto tempo e con tanto impegno?

Bisogna lasciarsi andare al pessimismo per colpa di brutte esperienze?

 

Secondo me, la fiducia nell’amicizia o nella vita di coppia è un elemento indispensabile per costruire relazioni solide con il proprio partner e amici. E’ una cosa seria che va conquista con i fatti e non con le parole.

La delusione di qualcuno che si finge in un modo e si dimostra in un altro, è dura da superare. E il non fidarsi più diventa un chiodo fisso che ti rimugina nella mente costantemente fino a dubitare di ogni cosa.

A volte ci sono batoste che ti segnano e ripeti continuamente a te stessa che non permetterai più a nessuno di abusare della tua fiducia. E ti chiudi a riccio per non prendere altre fregature; anche se poi capita di prenderle puntualmente, perché a volte abbiamo il bisogno di credere per lasciarci andare senza dover sempre essere ermetici. Siamo umani.

 

Si dovrebbe imparare a metterci una pietra sopra………e continuare il nostro cammino consapevoli che dietro l’angolo ci potrà essere un’altra delusione da superare…….ma lasciandoci dietro il passato che ci ha deluso senza rimpianti……..e con la gioia di ricominciare a camminare nella vita.

Ma quanto è difficile?

Annunci

39 thoughts on “Fidarsi è bene………

  1. E’ anche vero che tutti meritano una seconda possibilità…..ma, per come sono fatta io, se perdo la fiducia e la stima in una persona difficilmente riuscirò ad averla ancora. Come dici tu sarebbe sempre un tarlo che lavorerebbe senza sosta……quindi, soprattutto in amore, meglio troncare subito perchè sarebbe solo un’agonia. In amicizia è diverso…..l’amicizia dopo la delusione scende di livello e diventa….semplice conoscenza. Questo però non preclude i nuovi rapporti, sia in un caso che in un altro….per fortuna non siamo tutti uguali a questo mondo! 🙂

  2. ..è tempo di domande…
    io sono in un momento piuttosto difficile…
    quindi non sono avvastanza lucida per rispondere…
    d’istinto direi di cancellare ogni legame…se mi hai deluso, via dalla mia vita!!!
    in qualunque rapporto amore amicizia e pure parentela!!!
    Poi…poi si riflette un attimo…..e magari si diventa indulgenti…non lo so.davvero non so….
    lascio il posto ai più sicuri di me!
    un bacio
    vento

  3. Eccomi da te per ricambiare la visita. Non è facile rispondere alle tue domande perchè ogni delusione, batosta ricevuta andrebbe analizzata mettendoci nei panni della controparte. Io personalmente sono per capire, capire, capire….quindi perdonare e lasciar correre anche se non sempre mi riesce facile nel senso che, anche se cerco di comprendere , divento “prudente”nei confronti di chi mi ha deluso.
    Mi è piaciuta la vignetta iniziale, molto significativa: Gesù dice a Pietro che sarà capace di TRADIRLO tre volte …..ma poi la storia racconta che ha il coraggio di affidargli un compito gravoso e di fiducia nonostante la debolezza e fragilità di quest’uomo….e la risposta di Pietro sembra quasi chiedere un’altra opportunità…
    Per carità è solo una mia interpretazione. Può darsi che non abbia capito nulla.
    Ciao Luciana e grazie ancora per la tua visita.

  4. La fiducia come dici tu è alla base di ogni rapporto; come puoi amare qualcuno o essergli amica se non ti fidi di lui? Certo, a volte ci si rimane scottati, delusi, però chiudersi a riccio non ha senso, sarebbe come non vivere per paura di morire.
    Dipende dal danno, comunque. Non posso dire “io perdono” oppure “non perdono”, perchè dipende dalle circostanze e da quello che è successo. Comunque credo che se alle cose ci tieni non metti la parola “fine”, cerchi di aggiustarle e trattenerle quanto più puoi.

  5. Mah è un po’ difficile come domanda. Io mi sono trovata in casi nei quali ho preso la decisione di rompere definitivamente, troppo forte la batosta presa. In altri casi invece ho dato una seconda possibilità. Non so, forse dipende tutto dalla propria personalità, ognuno ha il suo modo di vedere le cose, le situazioni che si devono affrontare. Dipende anche da quanto si tiene a questa persona, anche se però quando viene a mancare la fiducia, mah io sono del parere che sia difficile che tutto ritorni veramente come prima. Ma non si può mai mettere un limite alle cose, magari il rapporto invece si può rafforzare. Ecco, ho fatto un caos indescrivibile come mio solito quando si tratta di parlare di argomenti di questo tipo…. Pardon
    Ciao, Pat

  6. dipende…
    la seconda possibilità..andrebbe offerta… soprattutto se si è consci che il disguido è avvenuto x motivi diversi dalla cattiveria …. ogni caso è a sè—
    magari si delude x un atteggiamento sbagliato ma involontario… dipende la gravità e l’amore che esiste tra i protagonisti.
    ciao buon giovedi! ❤

  7. la fiducia in una persona a cui vuoi bene è indispensabile se poi quella persona per qualsiasi motivo ti delude non devi secondo me mai pentirti di avergli concesso la tua fiducia è chi ti ha tradita che si pentirà di averlo fatto ciao buona giornata

  8. Non penso che, dopo, si possa procedere proprio come prima. Nella parola “fiducia” c’è la “fides”, e il tacito “patto” (“foedus”) tra le parti. A presto, Es.

  9. Comprendo lo sconforto e l’abbattimento relativo ad un tradimento e alla fiducia calpestata. Questo però, secondo il mio parere, direttamente proporzionale a quanto abbiamo pensato di investire verso l’altra persona, la quale molto spesso viene sopravvalutata o enfatizzata. Ma a parte la necessità, specie per chi è abbastanza avanti con l’età, di essere sempre cauto e prudente specie in campo sentimentale, io voglio egualmente essere positivo. Nel senso che mi sembra ingiusto e improduttivo troncare di brutto, o sprofondare in un baratro di incertezza e chiusura. Siamo esseri umani in fin dei conti, e siamo fallibili. Cerchiamo sempre di recuperare ciò che vi è stato di buono. Accertiamo casomai il pentimento dell’altra persona, o valutiamo senza desideri di rivalsa, se veramente magari si è trattato di un errore. Non angustiamoci mai poi, e pensiamo quel giusto a noi stessi.

  10. Credo che se in un qualsiasi rapporto manchi la fiducia e il rispetto è difficile arrivare a un superamento di incomprensioni o altro…
    Personalmente potrei dare un’altra possibilità, ma dopo se ci sono altri dissapori: ciao e a mai più arrivederci. 🙂
    Buona notte
    Emilio 😉

  11. Buongiorno Luciana, dare e ricevere fiducia è soprattutto rispettare l’altra
    persona. Quando viene a mancare, prima di dire basta, occorre sapere se è stato
    un episodio isolato (riprovarci) oppure se è recidivo (allora toncare e basta)
    Buon week-end
    Gina

  12. Buongiorno Luciana, dopo tanto tempo mi sforzo di passare da te, non so perché non trovo tanto piacere a stare davanti al PC, comunque di abbraccio con sincera amicizia Rebecca
    Ps: devi avere un po’ di pazienza con me 🙂

  13. Sono diffidente e prevenuta per natura, prima di allacciare amicizie ci penso molto,cerco sempre di essere rispettosa e premurosa nei loro riguardi, Se mi capita di sbagliare sono la prima a riconoscere le mie colpe e a chidere scusa, l’amicizia prevede anche questo, altrimenti non è un vera amicizia!!!!
    Un saluto affettuoso 🙂

  14. la fiducia è una cosa seria, per ottenerla devi dimostrarla con fatti concreti.
    e solo chi è puro di cuore sa come farlo, dato che il suo obiettivo è mantenerla.
    Diceva mia nonna” il buon giorno si vede dal mattino! ”
    Un altro conto è essere sfiduciati ! Quello che conta è la fiducia in noi stessi.
    Comunque dietro l’angolo c’è sempre la possibilità che il nostro cuore si aspetta che ci sia.
    Love
    L

  15. Difficile come domanda perchè credo che ogni risposta debba essere contestualizzata.
    Di certo è che se termina la fiducia, termina tutto. E certo è anche che se sei tu a non ricevere fiducia, a non riceverla ingiustamente, ci stai da cani. Ecco perchè non dare fiducia alle persone importanti per te deve essere una decisione estremamente vagliata e presa su fatti certi e assodati.
    Dare poi un’altra possibilità può anche essere giusto, nonchè naturale se l’affetto è tale da diventare un’esigenza. Prepararsi alle eventuali batoste…mica facile…non si è mai preparati abbastanza a certe delusioni.
    Ciao e buon weekend

  16. Un tempo mi fidavo di più.
    Col tempo, e dopo essere stata delusa diverse volte, prima di dare fiducia ci penso bene. Ho paura di nuove delusioni, quindi prevengo. E forse a volte sbaglio.

  17. mmmm…io sono diventanto un…RICCIO GIGANTE ….. ….
    bel post ….
    e fidarsi e bene ma.. non ……
    sempre meglio contaci …
    Dolce inizio settimana un grande abbraccio …

  18. Buongiorno Luciana, con tutto il mio cuore ti auguro una settimana colmo di pace, e soprattutto belle giornate di felicità, con sincera amicizia Rebecca

  19. Ciao Luciana, in ritardo, ma ci sono anch’io per questo tuo post non da poco.
    Credo che non ci sia una regola che vale per ognuno ed ogni corcostanza, qui i comportamenti sono sempre molto soggettivi, penso nemmeno basati su una regola che si ci può dare preventivamente.
    C’è chi è di natura fiducioso e chi prima vuol accertarsi e la fiducia la concede come risultato di questa verifica.
    Così il fiducioso spontaneo può rimanere deluso, ma, nel contempo, avrà sicuramente avuto l’opportunità di allacciare rapporti, anche importanti con altri, mentre lo sfiduciato razionale si sarà evitato fregature, ma forse avrà anche perso occasioni di incontri nella sua vita.
    Coem si capirà io faccio poarte della prima categoria e sono spesso disposto a concedere ulteriori occasioni, anche se le verifiche dei fatti mi hanno deluso, ma quando mi rendo conto che non ne vale più la pena, taglio di netto e chiudo.
    Nel rapporto di coppia, invece, ritengo che la fiducia si debba dar normalmente per scontata, ma anche come impegno continuo a mantenerla.
    Nel caso succeda il contrario, occorrerà fare ammenda ed impegnarsi a ricuperarla, senza cercare subito altre scorciatoie di disimpegno.
    Un abbraccio cara Luciana, ti auguro un buon inizio di settimana!

  20. Interessante post, impegnativa domanda… parto da me, per carattere sono abbastanza propensa a stabilire rapporti con gli altri, non sono mai diffidente, perchè non conoscendo le persone non ho elementi validi per esserlo; la fiducia dovrebbe essere un ingrediente naturale, consono e basilare dei rapporti in genere…a maggior ragione dei rapporti che coinvolgono gli affetti, come l’amore e l’amicizia, e a mia volta cerco di essere meritevole della fiducia altrui ( con che risultati, lo lascio dire agli altri). Ma dato che siamo umani è facile “inciampare” allora a quel punto faccio un distinguo in base all’entità dell’affetto e del torto subito.. di solito do altre chances, ma se la mancanza di fiducia mi colpisce al cuore…quella persona mi ha perso per sempre.
    Un bacio

  21. Una pubblicità azzeccata di qualche anno fa così recitava: “La fiducia è una cosa seria che si da alle cose serie!” … però è vero anche che non si può vivere “blindati” anche perchè siamo portati a fidarci ed a volte si può avvertire la necessità e/o la possibilità di una “risposta Immediata” dell’altra parte. Effettivamente poi però, non è tanto il sentire che cambia le nostre prospettive, ma la necessità di porre dei limiti al disagio che si può creare mantenendo in piedi una situazione senza vie d’uscita. Un abbraccio.

  22. La fiducia è un fatto epidermico (per me). Purtroppo se una persona non mi garba dall’inizio non ci ripongo nemmeno fiducia, e va a finire che… Ma quanto ci ho messo di mio alla fine per far finire le cose in un certo modo? E invece con quelli con cui s’instaura subito un buon rapporto le possibilità di mantenerlo in vita non tramontano mai.

  23. Ciao, secondo me la fiducia sta alla base di qualunque rapporto, di coppia, di amicizia ecc.. Se tale fiducia viene a mancare il rapporto inevitabilmente subisce un duro colpo. A volte può sussistere ma solo se entrambe le persone coinvolte hanno la voglia di ricostruirlo insieme. Non sempre è facile e tutte le situazioni sono diverse una dall’altra ma qualche volta ci si riesce, specie se il torto da parte di uno dei due non è stato grave e se chi l’ha commesso è sinceramente pentito e pronto a ricostruire il rapporto.

    Ciao ciao! 🙂

  24. Hai detto tutto, cara Luciana. Io per natura sono sempre incline a dar fiducia anche più di una volta, ma penso che poi, in fondo, tutto dipenda dalla gravità del male ricevuto e dalle reali intenzioni di emendarsi della persona che ci ha ferito.
    Magari dare all’inizio una “fiducia condizionata”, nella speranza di ritornare come prima, come spesso accade nei veri rapporti di amicizia o di amore.
    Un grande abbraccio, cara!

  25. Purtroppo mi è capitato più nella vita di considerare la mia disponibilità verso gli altri un grande difetto. Ho preso tante di quelle fregature! Posso comunque fare una considerazione, sono più le persone che mi hanno lasciato gioia nel cuore che quelle che mi hanno impoverito quindi meglio perseverare nella disponibilità. Un pizzico di attenzione e discernimento ci vuole e anche questa lezione cara Luciana l ho fatta mia. Un bacione e grazie per la tua presenza nel mio blog.

  26. Io sono un’ingenua! Sono un’ingenua!…..Mille volte nella vita, mi sarò ripetuta
    questa frase!…..Poi però, per consolarmi, mi ripeto anche, che…”è meglio essere ingenui che furbi”…(almeno sentirò pace e non tormento dentro di me!).

    Però Luciana! Ogni giorno che passa, mi rendo conto sempre di più,
    di quanto…tutto sia così relativo!
    (Tutti siamo fragili. Tutti abbiamo dei limiti. Tutti viviamo le nostre fatiche e paure. Tutti cadiamo. Tutti abbiamo il dovere di crescere ogni giorno!
    E allora, se c’è un legame forte e profondo, perchè non darci
    reciprocamente, una possibilità? Magari anche due o tre possibilità?
    A fine dei conti…che cosa è più importante?. Il legame d’amore e di amicizia…
    o l’orgoglio ferito???

    Per me, è la gioia che mi nasce dentro, quando vedo quell’amico/a…
    la cosa più importante!!!

    E’ la gioia che lui/lei prova nel vedermi….che mi fa dimenticare il passato!

    E’ vero! Esistono delle ferite così profonde, come quelle che ledono la dignità
    della persona, che non intendono rimarginarsi mai!
    Nel mio cuore, purtroppo, esistono anche queste…..ma, guarda caso, sono le stesse che l’altro sente dentro di sè! E allora….dove stà il paradosso???
    Se io non mi rendo conto d’aver ferito così a morte…come posso pensare
    che altri se ne rendano conto???

    Oltre il “bel mezzo della mia vita”, carissima Luciana, mi rendo sempre più consapevole
    che ogni giorno è un giorno da vivere e costruire…secondo la nostra gioia e libertà!

    Un caro saluto.

  27. Io ci ho battuto il naso più volte e continuo a batterlo…non riesco a partire “sfiduciata”, rischio sempre ma è ed è andata anche bene, buona domenica 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...