Una bella tazza di Vin Brulè

Il Natale è alle porte, il cd di Natale di Michel Bublè gira costantemente nello stereo, i vicini hanno illuminato tutta la via, i colori oro, rosso e blu elettrico che si accendono, pulsano e illuminano la camera così tanto che mi pare di essere in discoteca…
Il mio albero è bellissimo e curato in ogni dettaglio e le decorazioni sono apparse un po’ in tutta la città… E’ arrivato anche il freddo. All’appello, manca solo la neve…………

E io!? Come mi preparo per questa festa???

Con un bel Vin Brulè, utilizzando un buon vino della cantina Borgo Moncalvo.

 

L’idea del vin brulè nasce già nell’antichità. E pare che la sua nascita sia da attribuire ai frati, esperti conoscitori di erbe e spezie, che nei conventi si dedicavano anche alla preparazione del vino.

Il Conditum Paradoxum è un antico vino speziato romano. Il vino era cotto con del miele, pepe, probabilmente foglie di alloro, zafferano, noccioli di dattero arrostiti e datteri.

La versione più semplice erano gli antichi vini al pepe. Questi assomigliavano molto nel gusto al moderno vin brulè. Veniva reso dolce con il miele o con lo zucchero e speziato con cannella, chiodi di garofano e fiori d’arancio.

Oggi la ricetta tradizionale del vin brulè viene preparata come segue:

1 arancia non trattata

2 stecche di cannella

8 chiodi di garofano

1 limone non trattato

½ noce moscata grattugiata al momento

1 litro di vino rosso Dolcetto “Borgo Moncalvo”

200 gr di zucchero

 

Il vin brulè è una deliziosa e aromatica bevanda, che va servita calda; preparata con vino rosso corposo, spezie, agrumi e zucchero, è corroborante, riscaldante e disinfettante, per questo viene adottata come cura contro il raffreddore, ed è molto usata nelle zone montane, dove il freddo è più accentuato.

Il vin brulè è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo: la sua preparazione è semplice e veloce e nonostante nei supermercati vengano vendute delle confezioni di spezie già pronte per l’uso, io preferisco usare l’antica ricetta………

Preparazione

Tagliare sottilmente la scorza dell’arancia e del limone, senza prendere la pellicina bianca, e metterli in un tegame dai bordi non troppo alti, insieme allo zucchero, alle spezie ed al vino rosso.

Ponete la pentola sul fuoco e portate lentamente a ebollizione: fate bollire a fuoco basso per circa 5-6 minuti mescolando fino a che lo zucchero si sarà sciolto completamente. A questo punto avvicinate una fiamma alla superficie del vino e fiammeggiare fino al completo spegnimento.
Quando il fuoco si sarà spento, filtrate il vin brulè con un colino a maglie fittissime e servitelo fumante.

Per servirlo è consigliabile usare boccali o tazze di ceramica, o di vetro temprato, perchè il vetro di un normale bicchiere potrebbe non reggere all’eccessivo calore e incrinarsi o addirittura spaccarsi immediatamente.

Annunci

22 thoughts on “Una bella tazza di Vin Brulè

  1. essendo praticamente astemia non amo il vin brulè….ma mi ricorda i viaggi per mercatini , il buon odore che si sprigionava tra le bancarelle…e le tazzone ricordo, costringevo mia sorella a bersene due per aver la tazza anch’io… 😉 buona serata Luciana……

  2. Pur bevendo a tavola un bicchiere di vino sia a pranzo che a cena, non amo il vin brulè. L’ho bevuto una sola volta a Venezia in P.zza San Marco un carnevale che se stavi fermo 5 minuti ti si ghiacciavano sia le estremità inferiori e superiore e sia la punta del naso ed i padiglioni auricolari. Ma dopo 5 minuti ero allo stato di prima!
    Ciao, Luciana. Buona serata e buona domenica. Un abbraccio.

  3. infatti….come Mi sono quasi astemia anch’io e già mi gira la testa a sentire l’odore…… Buona serata cara Luciana un abbraccio!

  4. E’ sempre un piacere passare dal tuo blog s’imparano a conoscere delle belle e genuine tradizioni della tua regione ……….una ricetta da copiare e provare .
    Buona domenica

  5. Sono astemia, ma adoro il profumo degli aromi che sprigiona il vin brulè.
    Grazie per aver condiviso questo tuo post.

    Buona e serena serata.

    Tanta gioia e serenità.

    Mehregiah

  6. l’ho bevuto qualche volta anni fa quando ero al nord per lavoro, ricordo che mi piaceva tanto proprio per quel sapore intrigante, riusciva a riscaldare.
    Buona serata, con amicizia, Vito

  7. Pure io sono astemio, però un pò di brulè non lo disdegno mai, dopo essermi informato se l’alcool è stato ben bruciato, è troppo invitante il profumo che emana!
    Ma serve pure per scaldarsi, tenendo il bicchiere o la tazza fra le mani!
    Però, come sempre, tu non ti accontenti di darci solo la composizione e le modalità di preparazione, accompagni la presentazione con una ricerca storica, brava!
    Allora buona degustazione e buon inizio di settimana cara Luciana!

  8. ✫¸.•°*”˜˜”*°•.¸✫¸.•°*”˜˜”*°•.¸​ ✫¸.•°*”˜˜”*°•.¸✫¸.•°*”˜˜”*°•✫
    ╓╖╓╥──╥──╥──╥╖╓╖╓╖╓╖╓╥──╥──╥╖╓​ ─╖
    ║╙╜║╓╖║╓╖║╓╖║╙╜║║║║║║║──╢──╢╙╜​ ╓╜
    ║╓╖║╓╖║╓─╢╓─╨╖╓╜║╙╜╙╜║──╢──╢╓╖​ ╙╖
    ╙╜╙╨╜╙╨╜░╙╜░░╙╜░╙────╨──╨──╨╜╙​­ ─╜
    Ciao caro Luciana!
    Vi auguro una settimana meravigliosa e nuova, avvincente.
    Hanno sempre il sole nel tuo cuore.
    Baci, abbracci e sorrisi …. Hanne.

  9. Lilla siamo in due!!!!
    Ho del vino dolce siciliano a casa…
    Luciana, sarà la stessa cosa???
    lo scaldo e ne bevo una tazza inzuppando panettone???
    finirò a letto comunque!
    😦 ciao carissima
    vento

  10. Mi hai destato un ricordo di piacevoli sensazioni sia olfattive che gustative…al livello delle madeleine famose…
    E la voce della nonna mentre porgeva a me, nipotina raffreddata, un fumante bicchiere di liquido scuro ” ti farà dormire tranquilla tutta la notte!..” ed io mi sentivo già inebriata di salute…da subito!
    Mi appare molto adatto, ora, in questi giorni di freddo pungente!
    Grazie dell’idea
    Love
    L

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...