La cena di ieri sera

L’avrete capito che mi piace cucinare, no?

Ieri sera ho avuto la visita non prevista di due amici, che sono rimasti a cena …… Vuoi non invitarli?????

Così, ho aperto il frigo e mi sono sbizzarrita con quello che avevo.

Devo dire che ho ricevuto i complimenti…..

Intanto ho apparecchiato la tavola con i toni del bianco e del nero, e devo dire che era un bel colpo d’occhio (purtroppo non ho la foto da mostrarvi).

Ho messo dei fiori freschi al centro e via in cucina……..

 Dato il poco tempo a disposizione, menù molto semplice:

Pizzette

Vellutata di valeriana

Tocchetti di lonza con carciofi

Frutta fresca e secca

Pizzette

Cosa serve:

gr 250 di ricotta ben scolata

gr 250 di farina OO Molino Chiavazza

poco sale

salsa di pomodoro

poco olio

una mozzarella

olive verdi

Come si fa:

Impastate velocemente a mano o con l’impastatrice la farina con la ricotta ed un pizzico di sale.

Essendo senza lievito non occorre far riposare.

Stendete la pasta con un mattarello e ricavate dei tondini (io ho usato il fondo di un bicchiere).

Disponeteli in una teglia foderata con carta da forno e decorateli a piacere.

Io ho mescolato la salsa di pomodoro con poco olio ed ho ricoperto il fondo delle pizzette. Poi ho continuato con pezzettini molto fini di mozzarella ed infine mezza oliva verde.

E via in forno a 180° per una ventina di minuti.

Veramente buone e……soprattutto super veloci.

VELLUTATA DI VALERIANA

Con questo freddo, si mangiano volentieri le minestre o le zuppe.
Avevo della valeriana in frigorifero e ho voluto sperimentare. Un crema di……….valeriana. Sì, l’insalata che siamo abituati a vedere sui
banchi del mercato. Da noi si chiama “sarset”. Ha le foglie di un bel verde
brillante e, di solito, si usa per accompagnare il carpaccio.
Non ci avrei mai pensato, ma una mia amica mi ha passato la ricetta.
Si ottiene una crema di un verde brillante, quasi luminoso……..
Semplice e veloce da preparare, ma, vi assicuro, molto raffinata.

Cosa serve per una vellutata di valeriana per 4 persone
• 150 g. di valeriana
• 30 g. di burro Inalpi
• 1 grossa patata di circa 200 g.
• 1 dado o del granulare per brodo
• sale e pepe
• panna montata non dolcificata o yogurt greco intero per completare
(opzionale)
• pancetta affumicata abbrustolita in padella

Come si fa:

Fate rinvenire per qualche minuto la valeriana e la patata tagliata a piccoli
pezzetti con il burro.
Versate nella pentola un litro di acqua, aggiungete il dado o il granulare e
fate bollire per 25 minuti.
Riducete in crema con un frullatore ad immersione, oppure versando il tutto
nel vaso di un robot da cucina.
Servite questa raffinata minestra completando ogni piatto con un ciuffetto di
panna montata non dolcificata oppure di yogurt greco, e con crostini e
pancetta.

 Credetemi… era squisita! Ed anche l’effetto cromatico era bello.

TOCCHETTI DI LONZA CON CARCIOFI

Il secondo era un trionfo per la vista e una goduria per il palato.

Cosa serve per 4 persone:

gr 600 di lonza (che io ho fatto a pezzetti)

1 porro

3 carciofi

gr 30 farina 00 Molino Chiavazza

gr 300 di brodo vegetale

gr 40 olio evo

1 spicchio di aglio

gr 100 di Vinchef

sale

Come si fa:

Mondate, lavate e tagliate a rondelle il porro.

Intanto mondate anche i carciofi, tagliateli a spicchi e metteteli a bagno in acqua e limone.

Infarinate i pezzetti di lonza.

In un tegame fate insaporire l’aglio con un poco di olio; quindi aggiungete il porro. Salate.

Aggiungete i pezzetti di carne e fate prendere sapore; quindi unite il Vinchef (vino bianco aromatizzato).

Lasciate evaporare e poi unite il brodo ed i carciofi scolati.

Cuocete a fuoco medio per circa 25-30 minuti e servite (magari con del prezzemolo tritato).

E per finire…..un buon caffè.

 

Qualcuno ha voglia di ricamare?

Annunci

23 thoughts on “La cena di ieri sera

  1. allora…..facendo la premessa che tu non hai un frigorifero ma un supermercato in casa (io non ce l’ho normalmente tutta quella roba nel frigo!!!!!)… complimenti davvero…ed è stato improvvisato, se lo sapevi prima che facevi????? hahahaha troppo brava Luciana! Buona giornata!

  2. Le pizzette sembrano davvero deliziose, anche solo a guardarle!! Invece, bella l’idea della vellutata.. complimenti anche da parte mia! Poi hai avuto una buona inventiva..io con la valeriana nel frigo, avrei proposto un’ottima insalata!!!

  3. Deve essere proprio bello esserti amico e ritrovarsi con quel poco che di solito si ha in frigo una cena piena di sì tante prelibatezze, Complimenti, un abbraccio Fabio

  4. sicuramente i complimenti sono meritatissimi, anche perchè preparare una cena non prevista, in base a quello che si ha in frigo, significa avere davvero tanta passione per la cucina.
    Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

  5. Io sarei andata in panico, intanto non ho mai il frigorifero così ben fornito e poi in cucina sono una frana totale…
    Sei veramente bravissima e poi ben organizzata, oltre che rifornita 🙂
    Io avrei ordinato le pizze, altrimenti sai che caos ahahaha
    Ciao, Pat

  6. Che ideuzze fantastiche!!!! le pizzette sono una trovata geniale, spesso si ha in casa ricotta e magari non ci va di utilizzarla x le solite ricette. Anche la vellutata è straordinaria, cosa c’è di più confortante di una zuppa nelle sere d’inverno? E questa si realizza in pochi minuti. Dov’è che abiti? ahahhahha, ti sarei amica!!!!

  7. Fantastiche! Le conservo e le provo al più presto…a me cucinare comincia a piacere, soprattutto se le ricette sono veloci e non troppo impegnative. E queste devono essere squisite…
    Un abbraccio e buon weekend.

  8. Carissima Luciana, qui ogni volta offri pretesti diversi, ma i complimenti sono sempre dovuti.
    Mi sembra quasi tu sia sprecata in una normale (si fa per dire) cucine, meriteresti un platea di degustatori molto più ampia e dal palato sopraffino, reggeresti sicuramente la sfida!
    Non è che tu abbia un ristorante e non ce l’hai mai detto?
    Ne prenderemmo nota, qualora avessimo occasione di passare per Torino!
    E questo weekend, libri, mostre o ancora cucina?
    Quel che sia, il tempo sembra essere messo al bello, ti auguro te lo possa godere!
    Ciao con un abbraccio!

  9. Ma, perbacco, proprio all’ora di pranzo dovevo venire a leggerti??
    complimenti; l’aspetto di ogni portata è assolutamente… invitante!
    Immagino il gusto.
    Un sorriso per un sereno fine settimana.
    ^____^

  10. Ma wow, con pochi ingredienti sei riuscita a comporre una cena da re, complimenti davvero 😀
    Una menzione speciale va alla vellutata di valeriana (qui i lombardi la chiamano ‘grasèi’) che non vedo l’ora di sperimentare visto che è una delle insalate che preferisco, ed ai tocchetti di lonza con carciofi, perchè io e le ‘articiocche’ ci amiamo :mrgreen:
    Un abbraccio e buona domenica

  11. Ciao Luciana, quando si ama cucinare ogni occasione diventa una festa e si riesce a creare un menù delizioso. già vedo quella vellutata verde brillante su quell’apparecchiatura bianco/nera, ciao biuona settimana.

  12. Eh, ma sei troppo brava e hai inventiva da vendere!
    Complimentoni…prenderò certamente spunti quando la mia creatività, come spesso accede, va in letargo 🙂
    ciao carissima 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...