Week-end tra la natura

In mezzo al mare di cose ancora da terminare, ci siamo concessi una parte di week-end in pieno relax.

Si parte….

Francesca e Gabriele hanno voluto andare in Val di Lanzo: al Ponte del Diavolo.

Bellissimo. Un ruscello incantevole (la Stura) contornato da una natura incontaminata e lontana dai rumori della città.

Questa la leggenda che crea un alone di mistero al ponte……..

Anno 1378.
Narra la leggenda che un insicuro architetto, aiutato dal diavolo in persona, iniziò la costruzione del più famoso ponte della Valli di Lanzo, quello che unisce il monte Basso con il monte Buriasco e s’innalza con un arco gotico di trentasette metri a quindici d’altezza sul fiume Stura.
Il diavolo lo costruì in una sola notte in cambio del sacrificio di un’anima:
” Lo costruirò così alto che si presterà idealmente ai suicidi. E almeno chi si ammazza, non muore in odore di santità, e viene direttamente con me all’inferno”.
Tuttavia un temporale scatenatosi all’improvviso impedì il mattino seguente ai valligiani di attraversare il ponte.
Il diavolo nascosto nei pressi della costruzione attendeva impaziente la sua ricompensa e sentiti i primi passi balzò addosso alla preda, che altro non era che un ingenuo vitello … si volse per maledire il ponte, ma vedendo una schiera di fedeli che innalzavano una croce, si gettò disperato nel fiume.

Ovviamente anche Biagio e Matita facevano parte della spedizione

Si sono divertiti come matti. Si sono rincorsi, si sono rotolati nell’erba, sono finiti nell’acqua ancora freddina dello Stura……

Ma la parte più interessante è stata quando sono stata coinvolta nell’arrampicata a pareti attrezzate……… Non avrei mai pensato di farcela. In effetti, a metà percorso, sono stata presa dal panico.

Ma poi sono arrivata in cima…….

E la discesa, molto più veloce, non è stata senza imprevisti. Data la mia inesperienza sono finita un paio di volte a sfiorare la roccia.

Ma alla fine tutto è andato per il meglio. Ho rimediato qualche livido che però verrà coperto dall’abito lungo del matrimonio…….

L’arrampicata è un gioco a due tra noi e la gravità, su una parete rocciosa. L’obiettivo è, ovviamente, di non cadere mai.

Una adeguata attrezzatura è la chiave della nostra sicurezza.

Per legarsi alla corda ci vuole sempre l’imbracatura. Servono poi fettucce express, anelli cuciti, moschettoni e il casco.

Ad ogni scalata segue per forza una discesa. Ciò vale per l’arrampicata, come per molti altri sport. Arrivati in cima ad una via, l’euforia della salita non deve mai farci dimenticare le precauzioni fondamentali per utilizzare con sicurezza il discensore.

Annunci

14 thoughts on “Week-end tra la natura

  1. Grandissima giornata!! Il tempo fortunatamente è stato dalla nostra parte ed è stata proprio una bella giornata…
    Complimenti anche per aver provato l’ebbrezza dell’arrampicata! Sei stata proprio in gamba! Allora quando andremo sull’Annapurna verrai con noi???? eheh 🙂

  2. Però il casco mica ce l’avevi! Ma così ti si poteva vedere molto meglio e lasciami dirti che fai una gran bella figura lungo la parete, anche perchè, sotto l’apparenza di una tranquilla donna appassionata di ricette e cucina, di lettura e tante altre attività che ci hai mostrato, si cela una donna tutta energia, con i muscoli che funzionano molto bene, complimenti!
    Ma anche per la bella escursione alla quale hai fatto partecipare pure noi, con le emozioni di passare sopra quel ponte un pò impressionante!
    Un abbraccio grande donna splendida, che questa settimana di attesa passi velocemente!

  3. Emozionante!!
    Il tuo racconto e le bellissime foto mi hanno fatto vivere tutto da vicino…e poi…complimenti per il tuo coraggio!! Io non ci sarei mai riuscita, sono troppo fifona 😀
    Buona settimana e un abbraccio
    P.S. stupendi, i cuccioloni!!

  4. Mancava il casco, il dissipatore e le scarpe …. ahi ahi 😉 Sarò vecchio stampo ma l’imbragatura bisogna anche sapersela costruire, c’è tempo, se ti piace è davvero divertente ma in sicurezza, perchè se uno si fa male il peso devono portarselo gli altri 😉

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...