Massimo Troisi

 Massimo Troisi (San Giorgio a Cremano, 19 febbraio 1953 – Roma, 4 giugno 1994)

troisi

La morte di Massimo Troisi

addio Troisi, maschera triste di Napoli

L’ attore Massimo Troisi e’ morto a Roma a 41 anni nella villa della sorella Annamaria stroncato da un infarto. Aveva appena terminato di girare ” Il postino ” , unico suo film nel quale il protagonista perde la vita

ROMA . Massimo Troisi e’ morto tra il mare di Ostia e la Cristoforo Colombo, intasata dai romani in gita. Gli stessi che tante volte aveva fatto ridere al cinema. E’ morto a 41 anni nella villa della sorella Annamaria, in via Canavero, nel quartiere Infernetto. Se solo avesse saputo che la vita sarebbe finita li’ , avrebbe certamente ironizzato su un nome cosi’ sinistro. Ma non ne ha avuto il tempo. E’ morto nel sonno, alle 15.30. Il pranzo, leggero, coi familiari e poi quella sonnolenza che lo faceva assopire. Tutto normale per uno che come lui aveva un cuore “ballerino”. L’ anno scorso, ad agosto, l’ attore pensava di averla spuntata. Negli USA, a Houston, il famoso professor Denton Cooley gli aveva ridato la speranza e la forza di dedicarsi al lavoro. E almeno in questo e’ stato accontentato perche’ ha fatto in tempo a terminare il suo film “Il Postino”, diretto da Michael Radford. La morte e’ arrivata all’ improvviso, trasformando la normalita’ in Tragedia. L’ attore non si sveglia, la sorella Annamaria e il cognato Giorgio Veneruso, ufficiale dei vigili del fuoco, lo chiamano, lo strattonano nella speranza di un gemito. La vita prende una ritmo vorticoso, quasi a voler far concorrenza a una morte piu’ veloce della luce. Giorgio corre al telefono per chiamare il 113. Corre anche l’ ambulanza. Corrono le urla nella tranquilla stradina: “Massimo, Massimo”. E si spalancano i cancelli delle ville attigue. Escono i vicini. Poi tutto si ferma. Basta una lettiga vuota che viene rimessa al suo posto nell’ ambulanza per far credere anche a chi non vuole credere. Ci sono la polizia, i carabinieri, il magistrato per la constatazione del decesso, tanti curiosi. “Vi prego . dice la sorella Annamaria ad un agente di guardia al cancello . dovrebbe arrivare Don Plinio, fatelo entrare”. Don Plinio e’ il parroco della chiesa di San Tommaso. Arriva in tutta fretta, portandosi dietro due ragazzi. Erano andati a trovare il sacerdote perche’ devono sposarsi, ma non hanno avuto il tempo di discutere della cerimonia. “E’ morto Troisi . dicono .? No, non ci possiamo credere. Quando? Dove? Abitava qui?”. No, l’ attore non abitava li’ , la sua casa e’ ai Parioli, veniva ogni tanto a riposarsi, a respirare aria di famiglia, a scherzare coi nipoti, coi vicini. “Era come nei film . ricorda il signor Gianfranco ., due domeniche fa ascoltavamo insieme i risultati di una schedina miliardaria e io dissi: “Caspita”, lui si volto’ e mi disse “Hue’ , o’ nonno . mi chiamava cosi’ perche’ sono nonno ., aviss voluto essere accusi’ furtunato”? Poi arrivano gli amici, quelli famosi, Pino Daniele, Benigni, Scola, Moretti, e quelli di tutti i giorni, non meno importanti, come il capo macchinista del film appena girato. Le lacrime che l’ attore avrebbe voluto subito asciugare sono quelle di Natalie Caldonazzo, la sua compagna. Magari anche lei, come la protagonista del film “Ricomincio da tre”, gli avra’ detto: “Quando c’ e’ l’ amore c’ e’ tutto”. Nel film Troisi risondeva con una battuta che oggi sembra un presagio: “No, ti sbagli, e’ la salute”.

Manno Michele

(5 giugno 1994) – Corriere della Sera

ILPOSTINO

Annunci

22 thoughts on “Massimo Troisi

  1. Grazie Luciana……..per il ricordo di LUI!
    Massimo Troisi ci ha donato tante emozioni. Resterà sempre una stella luminosa… per chi l’ha stimato e amato.
    Un saluto
    Nives

  2. Sono passati quasi 19 anni in un baleno!
    Ma lui non morirà mai ,i suoi film lo mantengono sempre in vita :
    Che attore straordinario che era.
    Un caro saluto Luciana
    liù

  3. Je ne connaissais pas mais la mort de quelqu’un d’un acteur est toujours triste
    Apparremment il s’est endormi mais bien jeune cet homme et bel homme d’ailleurs
    J’espére un jour vois ses films
    Bonne soirée Luciana amicalment

    Cocopaillette

  4. Hai ricordato un grandissimo personaggio Luciana, a me, aveva fatto morir dal ridere in “Non ci resta che piangere” con Benigni. Bellissimo. Brava Lucy, buona serata e un abbraccio.

  5. Il grande Massimo, sarà sempre uno dei miei attori preferiti, così come il Postino che avrò già visto almeno 4\5 volte. Con simpatia ti auguro di passare un buon fine settimana.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...